rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità Casoli

II ricordo di Nicola Fiorentino: "Straordinario critico letterario, studioso e amico di poeti e scrittori"

Lutto nel mondo della cultura abruzzese per la scomparsa del professore Fiorentino di Casoli, all'età di 89 anni

Il mondo della cultura abruzzese piange Nicola Fiorentino, scomparso a Casoli lo scorso 25 aprile all’età di 89 anni. Straordinario critico letterario, studioso e amico di poeti e scrittori, era nato a Casoli nel 1933. È stato docente di italiano e storia in diverse scuole di Lanciano. Interessato alla poesia dialettale abruzzese, pubblica numerosi saggi, articoli e recensioni e cura numerose prefazioni ad opere di poeti abruzzesi.

Compare tra gli intervistati da Achille Serrao in Presunto inverno (1999). Nel 2004 pubblica Poeti dialettali abruzzesi (da Luciani ai giorni nostri) e Parole e cose dei nostri avi (Abruzzo meridionale – Secc. XVI-XIX), dizionario. Raccoglie note e saggi critici nell’opera Oltre la cruna - letture di poesia neodialettale abruzzese e non solo 2000-2010, un vero e proprio contributo alla conoscenza sinottica di alcune linee seguite dalla poesia abruzzese in dialetto nell’ultimo scorcio del Novecento e, in particolare, nel primo decennio di questo secolo. 

"Un grande critico, un intellettuale senza pari, che lascia tutta la comunità letteraria abruzzese affrante” è il commento del critico d'arte  e letterario Massimo Pasqualone.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

II ricordo di Nicola Fiorentino: "Straordinario critico letterario, studioso e amico di poeti e scrittori"

ChietiToday è in caricamento