rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Attualità Vasto

La Regione accelera sul porto di Vasto: convocata la conferenza dei servizi

Gli enti interessati si riuniranno il 4 agosto. Il sottosegretario D'Annuntiis: "Tutti a lavoro affinché Punta Penna diventi punto di riferimento dell’Adriatico”

La Regione accelera sull’intervento per il porto di Vasto e, dopo aver reperito le risorse, convoca la conferenza dei servizi preliminare. “L’ufficio porti del Dipartimento infrastrutture e trasporti ha convocato per il prossimo 4 agosto la conferenza dei servizi a cui sono stati invitati l’Agenzia delle Dogane, l’Agenzia del Demanio, la Soprintendenza Archeologia di Chieti e Pescara, la Direzione marittima di Pescara, la Capitaneria di porto di Ortona, l’Ufficio circondariale marittimo di Vasto, l’Arta Abruzzo e il Comune di Vasto – ha reso noto il sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale, Umberto D’Annuntiis – tali enti dovranno esprimersi sul progetto di potenziamento e riqualificazione infrastrutturale della diga foranea, molo levante e molo martello, così come previsto dal vigente piano regolatore portuale”.

“L’intervento prevede un investimento per un importo di 12 milioni”, continua il sottosegretario, “totalmente reperito da questa giunta regionale attraverso una rimodulazione di fondi Cipess ai quali si aggiungono gli 8 milioni 650 mila euro di fondi Zes per il secondo stralcio dell’intervento e la realizzazione della rotatoria tra la Statale 16, la Sp 170 e viabilità Arap. Inoltre, nei prossimi giorni, verrano discussi gli emendamenti presentati in Senato per la classificazione del porto di Vasto, emendamenti richiesti dal presidente Marco Marsilio, che ha posto con forza sin dal suo insediamento la questione sul tavolo governativo. In chiusura – ha concluso D’Annuntiis – spiace constatare come il sindaco di Vasto, ometta di citare il ruolo della Regione come se i 12 milioni di euro di fondi Cipess e gli 8,650 di fondi Zes, fossero caduti dal cielo e non siano derivati da atti e procedimenti della Giunta regionale, sminuendo così anche l’impegno e la professionalità del dipartimento che voglio ringraziare pubblicamente. Se si raggiungono tali risultati è anche per l’ottimo lavoro fatto dalla struttura e dagli uffici guidati dagli ingegneri Primavera, D’Incecco e Pagliaro. Ora tutti al lavoro affinché il porto di Punta Penna possa diventare punto di riferimento dell’Adriatico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione accelera sul porto di Vasto: convocata la conferenza dei servizi

ChietiToday è in caricamento