rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

L'associazione Asperger: "La Regione Abruzzo esclude le famiglie degli autistici dai tavoli tecnici"

La denuncia della presidente dell'associazione, Marie Helene Benedetti, che annuncia manifestazioni contro questa scelta

L'associazione Asperger Abruzzo denuncia l'esclusione dai tavoli tecnici e scientifici regionali per l'autismo delle associazioni dei familiari degli autistici.

Un attacco alla giunta Marsilio quello di cui si portavoce la presidente dell'associazione, Marie Helene Benedetti, che annuncia manifestazioni contro questa scelta.

Sotto attacco la delibera 668/2021con la quale, evidezia Benedetti, "le associazioni dei familiari sono state arbitrariamente estromesse dal tavolo tecnico scientifico per l'autismo, nel più rigoroso silenzio, con una timida pubblicazione agli atti, e con la più rigida riservatezza su quelli che sono i nuovi componenti del tavolo, in spregio al principio della trasparenza amministrativa, mi informerò personalmente per capire se questo modus operandi sia lecito".

Tutto questo, aggiunge la presidente di Asperger Abruzzo, "mentre il governo nazionale si sta adoperando per garantire l'inclusione delle associazioni dei familiari degli autistici nei tavoli tecnici scientifici riguardanti la materia, anche attraverso la presentazione di specifiche mozioni, riconoscendo alle suddette associazioni un opportuno ruolo di centralità".

"Le associazioni di familiari che prima erano presenti e a cui è stato espressamente chiesto di inviare i dati per essere inserite, sono state letteralmente ignorate e tenute completamente fuori da questo Tavolo segreto fatto di nomi censurati, in barba alla trasparenza. A loro - prosegue Marie Helene Benedetti -  non è concessa nemmeno la presenza da uditori il 9 marzo 2022, giorno della prima riunione del nuovo tavolo per l'autismo, nemmeno sotto richiesta ufficiale a mezzo pec. Questa esclusione, a firma del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, dell'assessore alla Sanità della Regione Abruzzo Nicoletta Verì e degli assessori Emanuele Imprudente, Daniele D'Amario e Pietro Quaresimale dimostra, ancora una volta, quanto poco rispetto abbiano le istituzioni nei confronti delle nostre famiglie e dei nostri figli".

Proprio in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo, il 2 aprile prossimo, Asperger Abruzzo con le sue famiglie ha deciso di manifestare il proprio disappunto per queste decisioni, davanti alla sede della Sanità della Regione Abruzzo. "Manifesteremo contro queste scelte - fanno sapere - e contro il silenzio dell'assessore Nicoletta Verì che non risponde alle nostre richieste di incontro per discutere ciò che denuncio dal 2019 riguardo lo schiavismo a cui la Asl i Lanciano Vasto Chieti, da anni, sottopone le nostre famiglie ai rinnovi delle prescrizioni Uvm ogni 15 giorni per tutto l'arco delle mortificanti liste d'attesa che possono durare anche anni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'associazione Asperger: "La Regione Abruzzo esclude le famiglie degli autistici dai tavoli tecnici"

ChietiToday è in caricamento