Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

La Regione non rifinanzia la l.r. 95/99, le associazioni: “Così siamo costrette a chiudere i battenti”

Le associazioni che si occupano di disabilità e sociale costrette a chiudere

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Nonostante le rassicurazioni dell’assessore Quaresimale, la legge regionale 95/9, che erogava contributi alle associazioni che si occupano di sociale e disabilità, non è stata rifinanziata. La l.r. 95/99 eroga contributi alle associazioni di volontariato iscritte all’albo per interventi ordinari coerenti con gli scopi del loro Statuto e in base a parametri oggettivi: volume di spesa degli ultimi tre anni e anni di iscrizione nel Registro regionale.

Oltre venti associazioni con sede in tutto il territorio regionale, che potevano erogare molteplici servizi grazie a questi contributi, tornano a chiedere all’assessore alle Politiche sociali di rivedere la sua decisione in merito. L’assessore Quaresimale, nel suo intervento sulla stampa del 12 febbraio concludeva “di concerto con gli uffici competenti, ho già chiesto al Sevizio Bilancio di ripristinare risorse per un importo di oltre 300 mila euro ricevendo riscontro positivo”. “Dopo aver letto questa dichiarazione eravamo positivi ma, dopo un incontro atteso da mesi nel quale riponevamo tutte le nostre speranze, ci ritroviamo con un nuovo finanziamento al Terzo settore i cui fondi derivano dal Fondo Sviluppo e Coesione e con modalità di accesso completamente differenti da quelle per accedere ai contributi ex L.R. 95/99, un iter che replica le modalità di cui ai bandi regionali tramite progetti, un iter con delle tempistiche lunghissime e delle modalità che tagliano fuori le associazioni più piccole.

Non comprendiamo la motivazione per la quale sono stati, invece, rifinanziati i contributi ad altre associazioni che operano nello stesso settore delle nostre. Crediamo ci debba essere data una spiegazione in merito”, affermano i rappresentanti delle associazioni. Per tutto ciò, le associazioni in calce hanno inviato una nota all’assessore, poi condivisa con tutti i capigruppo, in cui chiedono all’assessore Quaresimale di porre in atto ogni utile adempimento istituzionale e amministrativo per il rifinanziamento del capitolo di spesa 71630. In caso contrario, le stesse si troveranno costrette a mobilitarsi per evitare la chiusura e scongiurare l’enorme, incalcolabile danno per tutti gli associati che contano sui servizi erogati.

Questo comunicato è a firma delle seguenti associazioni: Abitare Insieme, A.I.A.S. sezione Sulmona, Altri Orizzonti, AIPD sezione L’Aquila, Alzheimer Marsica, APDTH, Associazione Regionale Down Abruzzo, Azione Parkinson Abruzzo,180 amici L’Aquila, Comunità 24 luglio - Handicappati e non, Coordinamento Associazioni Disabili L’Aquila, Coordinamento Regionale AISM Abruzzo, Cosma, Diversuguali, Help Handicap, I bambini visti dalla luna, Percorsi, Progetto Incontro Onlus, Raggio di Sole, Tribunale per la Difesa del Malato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione non rifinanzia la l.r. 95/99, le associazioni: “Così siamo costrette a chiudere i battenti”

ChietiToday è in caricamento