rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità

"È possibile rateizzare il tributo anche dopo il ricevimento della cartella esattoriale": il Consorzio replica al Comitato Bonifica sostenibile

L'Ente guidato dal commissario Daniela Valenza fa sapere è possibile rateizzare il tributo anche dopo il ricevimento della cartella esattoriale dell’Agenzia delle Entrate Riscossioni

"È possibile rateizzare il tributo anche dopo il ricevimento della cartella esattoriale dell’Agenzia delle Entrate Riscossioni. Non si è fatta attendere la replica al Comitato di bonifica sostenibile da parte del Consorzio bonifica centro dopo le polemiche legate alla rateizzazione dei contributi.

"L’amministrazione consortile - si legge nella nota del Consorzio - senza volere sollevare alcuna polemica, smentisce quanto affermato per mezzo stampa in questi giorni dal Comitato Bonifica sostenibile, ovvero, che si potranno rateizzare i tributi consortili esclusivamente nei casi in cui l’istanza di rateizzazione sia presentata 'prima che vengano trasmessi i ruoli alla riscossione coattiva'. Pertanto, tutti i consorziati possono chiedere, tramite apposita istanza da inviare direttamente al Consorzio (e non al concessionario per la riscossione), la rateazione del proprio debito tributario anche dopo l’eventuale ricevimento della cartella esattoriale da parte dell’Agenzia delle Entrate Riscossioni.

Infatti, nel rassicurare i suoi associati il Consorzio ricorda che secondo quanto stabilito dal suo 'Regolamento per la riscossione diretta delle entrate', approvato nel 2016, i consorziati possono fare richiesta di rateazione o entro il termine di scadenza del pagamento della prima rata dell’avviso bonario, oppure, entro il termine di impugnazione dell’avviso coattivo, ovvero, della cartella esattoriale e/o dell’ingiunzione fiscale.

Inoltre, l’Ente guidato dal commissario Daniela Valenza, nei limiti delle sue possibilità e al fine di andare incontro alle esigenze dei propri consorziati colpiti, come tutti, dalle difficoltà causate dalla pandemia e dal caro energia, ha persino modificato, a favore dei contribuenti, il suo 'Regolamento per la riscossione diretta delle entrate'.

In particolare, con decreto commissariale del 17 novembre 2023 sono state ritoccate in aumento il numero delle rate concesse ai contribuenti al fine di consentire loro di adempiere alle proprie obbligazioni tributarie in tempi più lunghi senza incorrere nelle sanzioni previste dalle azioni di riscossione coattiva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"È possibile rateizzare il tributo anche dopo il ricevimento della cartella esattoriale": il Consorzio replica al Comitato Bonifica sostenibile

ChietiToday è in caricamento