Attualità

Raddoppio ferrovia Pescara-Roma: a Chieti arriva anche D'Alfonso (Pd), ma i comitati prendono le distanze

Un incontro convocato dal comitato presieduto dall'ex consigliere comunale Gianni Di Labio al quale hanno confermato la propria partecipazione le amministrazioni comunali di Chieti, Manoppello, Alanno e Scafa

"Noi comitati cittadini coerenti coi nostri valori e principi fondatori, prendiamo le distanze dall’incontro organizzato dal Comitato Comferr volto ad ottenere, esclusivamente, una variante al progetto di Rfi affinché venga salvata la sola Manoppello, a discapito di tutto il resto del territorio da noi difeso e, al contempo, manifestiamo il nostro rifiuto ad ascoltare quella parte della politica invitata a partecipare che è sempre stata favorevole al progetto 'a prescindere' e che ha sempre rifiutato un dialogo ed un confronto costruttivo con le nostre argomentazioni e ragioni"

A dirlo sono i comitati FerroVIA Chieti Scalo, No Variante Mulino, Comitato Cittadini di Alanno, Comitato No Ferrovia Si Strada Verde di San Giovanni Teatino che si oppongono all'incontro che si tiene oggi 11 febbraio alle 10,30 nella sala Cianfarani al museo della Civitella di Chieti.

Un incontro convocato dal comitato presieduto dall'ex consigliere comunale Gianni Di Labio al quale hanno confermato la propria partecipazione le amministrazioni comunali di Chieti, Manoppello, Alanno e Scafa.

Confermate le presenze degli onorevoli Bagnai, D’Alfonso, Testa, Torto e buona parte dei consiglieri regionali della zona.

Sul raddoppio ferroviario da tempo è in corso un dibattito relativo all'impatto sul territorio in particolare nelle zone di San Giovanni Teatino, Chieti Scalo e Brecciarola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio ferrovia Pescara-Roma: a Chieti arriva anche D'Alfonso (Pd), ma i comitati prendono le distanze
ChietiToday è in caricamento