rotate-mobile
Attualità

Raddoppio ferroviario, il Comune di Chieti: “Fattibile la variante per l’interporto che salva Brecciarola"

Il sindaco Ferrara e il presidente del consiglio comunale Luigi Febo commentano l'incontro avuto con Rfi, Regione, Ministero e il coordinamento del Pubblico procedimento

“Fattibile la variante per l’interporto che salva Brecciarola, lavoreremo ora per rendere possibile anche l’interramento nei tratti precedenti, a tutela di ambiente e vivibilità di Chieti Scalo”. A dirlo sono Il sindaco Ferrara e il presidente del consiglio comunale Luigi Febo dopo la riunione avuta da Rfi, Regione, Ministero e il coordinamento del Pubblico procedimento sul raddoppio della linea ferroviaria Roma-Pescara.

"Abbiamo una speranza in più di veder prendere corpo alla variante che consentirà di bypassare Brecciarola e Manoppello verso l’Interporto - dicono Ferrara e Febo - eliminando quindi l’attuale impatto su case e attività per quel tratto di progetto. C’è poi, però, la certezza che dovremo confrontarci ancora con i tecnici e i committenti per ottenere l’interramento del tracciato a Chieti Scalo e San Giovanni Teatino. Si apre da oggi una fase del tutto tecnica, che vedrà le nostre amministrazioni al lavoro con i tecnici per dare corpo anche a questa possibilità”.

Ferrara e Febo registriano "con orgoglio la consapevolezza di aver dato lo slancio decisivo al confronto sul progetto, finalizzato non a fermarlo o rallentarlo, ma a renderlo più utile e fattibile rispetto al territorio e ai sacrifici che la stesura originaria avrebbe richiesto alla popolazione, in alcuni casi davvero troppo alti – riprendono sindaco e presidente – Un’opera così importante non poteva essere calata dall’alto, così come i territori non potevano restare da soli a perorare proposte e alternative che sarebbero rimaste inascoltate. L’unione nata in seno al nostro Consiglio comunale del 31 gennaio scorso fra i sindaci è stata decisiva e sarà ancora più determinante da qui in poi. Si apre una fase tecnica di rapporto con il Comitato per il pubblico procedimento che recepirà ufficialmente le nostre proposte, affinché vengano effettuate le modifiche richieste".

Secondo il sindaco e il presidente "Chieti si prepara a tirare un sospiro di sollievo, perché dalla riunione di oggi sembra plausibile la variante verso l’interporto che “salverà” l’impatto su Brecciarola, ma resta la questione dell’interramento della linea nei territori di San Giovanni Teatino e Chieti Scalo, per proseguire in superficie nell’intersezione con la statale 656 (prima della stazione interporto) e per cui ci metteremo in moto, affinché uno studio di fattibilità dettagli in modo preciso costi e benefici. Si tratta di eliminare le criticità collegate all’attuale tracciato, soprattutto sul fronte ambientale, sui rumori, sulla vivibilità di una zona che è centrale, dove vive una parte rilevante della popolazione cittadina. Ci prepareremo alla conferenza dei servizi, con l’auspicio che la Regione faccia da facilitatore dell’ascolto, a tutela sì del progetto, che tutti vogliamo veder decollare, ma anche della comunità a vantaggio di cui l’opera è nata”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio ferroviario, il Comune di Chieti: “Fattibile la variante per l’interporto che salva Brecciarola"

ChietiToday è in caricamento