rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità San Giovanni Teatino

Raddoppio ferrovia, gli amministratori di San Giovanni Teatino da Rfi: "Si continua a lavorare sulle nostre proposte"

L'incontro a Roma con il commissario Macello, nell'ottica, spiega il sindaco Di Clemente, di "poter mortificare e modificare il territorio il meno possibile"

Continuano i colloqui delle amministrazioni comunali con Rete ferroviaria italiana sul progetto del raddoppio ferroviario lungo la linea Pescara Roma. 

Il sindaco Giorgio Di Clemente, accompagnato dal vice Ezio Chiacchiaretta e dall'ex primo cittadino Luciano Marinucci, è stato ricevuto a Roma dal commissario straordinario Vincenzo Macello, nella sede di Rfi a Roma. 

"Continua la fase di ascolto, da parte di Ferrovie dello Stato, delle nostre richieste - commentano i tre amministratori - Non ci riteniamo ancora soddisfatti di quanto emerso, per questo abbiamo chiesto e ottenuto che si continui a lavorare sulle nostre proposte per poter mortificare e modificare il territorio il meno possibile. Abbiamo inoltre ricevuto i complimenti dell’ingegner Macello, perchè ci ha definito una delle amministrazioni maggiormente attaccate agli interessi del territorio, con le quali Rfi ha avuto modo di dialogare nel tempo".

Gli amministratori fra 10 giorni torneranno a Roma per nuovi aggiornamenti, "con tanta speranza e determinazione - dicono - per continuare a lottare affinché San Giovanni Teatino sia rispettata e preservata da impatti ambientali che non meritiamo di dover vivere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio ferrovia, gli amministratori di San Giovanni Teatino da Rfi: "Si continua a lavorare sulle nostre proposte"

ChietiToday è in caricamento