menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Qualità della vita: provincia di Chieti a metà classifica, perde 4 posizioni

Pubblicata la 31esima indagine del Sole 24 Ore sul benessere nei territori. Sul podio Bologna in Italia e L'Aquila in Abruzzo

Nell'anno del Covid, la qualità della vita nella provincia di Chieti è peggiorata lievemente secondo la classifica annuale del "Sole 24 Ore".

La 31esima indagine del quotidiano economico sul benessere nei territori pone Chieti con la sua provincia al 56° posto (su 107 province italiane), con una perdita di 4 posizioni rispetto al precedente anno. 

Ben 90 gli indicatori, raggruppati in sei macro settori: ricchezza e consumi; affari e lavoro; ambiente e servizi; demografia e salute; giustizia e sicurezza; cultura e tempo libero. 

Nella classifica generale troviamo sul podio Bologna, che guadagna ben 13 posizioni e traina un po’ tutte le province dell’Emilia Romagna, seguita da Bolzano (2ª) e Trento (3ª), Ultime Siracusa, Caltanissetta e Crotone, che chiude la classifica. 

In Abruzzo la provincia teatina è appena terza (lanno scorso era seconda): prima troviamo infatti la provincia dell'Aquila che guadagna 20 posizioni e si piazza al 41esimo posto, seguita da quella di Pescara al 43esimo, poi c’è, appunto, Chieti al 56esimo posto, chiude la provincia di Teramo al 76esimo posto con una perdita di 20 posizioni.

Per quanto riguarda i vari indicatori analizzati dallo studio del Sole 24 Ore, il balzo in avanti della provincia di Chieti si nota nella sezione Demografia e società, nella quale occupa il sesto  posto (l'anno scorso era 75esima): nel dettaglio, la provincia è rispettivamente nona e ottava in Italia per numero di medici di base e pediatri attivi ogni 1000 abitanti, è 44esima per densità abitativa, mentre si trova giù nella classifica della natalità (2,7 ogni 1000 abitanti); infine, il dato Covid-19 che pone il chietino al 19° posto per numero di contagi: 13.6 ogni mille abitanti (dati Protezione civile/Istat). 

Ottavo posto a Chieti per quanto riguarda l’indicatore Giustizia e sicurezza, ma sono ancora tanti incidenti stradali, truffe e frodi informatiche e furti in esercizi commerciali.

Le performance della provincia scendono per quanto riguarda Cultura e tempo libero, dove si piazza 51esima (tanti gli eventi sportivi e i ristoranti ma poco cinema a e lettura), e per affari e lavoro 58esima (terzo posto per numero di imprese femminili).

Scendono ancora più giù se si parla di Ricchezza e consumi dove è 72esima (le pensioni di vecchiaia nel settore privato sono tra le più basse: 988.65 euro al mese di importo medio secondo l’Inps) e Ambiente e servizi si ferma solo al 77esimo posto. Su quest’ultimo indicatore pesa più di tutti il basso indice trasformazione digitale riferito ai Comuni capoluogo in base a 8 indicatori (Forum Pa) che colloca Chieti al 106esimo posto

In 31 anni di classifiche sulla Qualità della vita del Sole 24 ore la provincia di Chieti ha guadagnato appena 6 posizioni, dalla 62esima alla 56esima attuale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento