menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un punto vaccinale Covid-19 e più diagnostica: gli impegni della Asl per il presidio di Guardiagrele

Il direttore generale Schael ha incontrato il sindaco Di Prinzio, accogliendo le sue istanze

Attivazione di un centro vaccinale Covid a disposizione del territorio, garanzie sul futuro della dialisi e un progetto di miglioramento dell'attività radiologica. Sono gli impegni assunti dal direttore generale della Asl Thomas Schael per il presidio territoriale di Guardiagrele con il sindaco Donatello Di Prinzio, incontrato questa mattina.

Nel corso dell'incontro, avvenuto alla presenza della responsabile del presidio Lucilla Gagliardi, del vice sindaco Flora Bianco e dei tecnici Asl, sono state esaminate le esigenze assistenziali del comprensorio, da contemperare con le risorse disponibili, in termini economici e di risorse umane.

Schael ha accolto le sollecitazioni del primo cittadino, che ha posto come prioritario il potenziamento della diagnostica e dell’attività ambulatoriale in generale, punti sui quali una risposta immediata verrà data con l’autorizzazione al personale a effettuare prestazioni aggiuntive al fine di ampliare l’offerta, in attesa della definizione delle procedure in corso per l’assunzione di altri medici e infermieri. Per l’acquisto di un nuovo apparecchio di radiologia tradizionale, il sindaco si è impegnato a farsi parte attiva per richiedere un finanziamento dedicato, vista l’impossibilità della Asl a far fronte a un investimento di 200 mila euro con risorse proprie.  

Non è stato posto in discussione il mantenimento della dialisi, che al momento resterà con la dotazione di 6 posti, anche se non è esclusa, in prospettiva, una ristrutturazione con ampliamento delle postazioni.

Nel corso dell’incontro è stato dato molto spazio al tema della salute pubblica minacciata, ancora, dal Covid-19, con i contagi in crescita contenuta ma costante.

A tal proposito, Schael ha invitato l’amministrazione comunale a intraprendere azioni su un doppio fronte: monitorare la situazione con una nuova attività di testing con i tamponi antigenici e sensibilizzare l’opinione pubblica nel perseguire comportamenti rigorosi, perché il momento non consente di abbassare la guardia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento