rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità Santa Maria Imbaro

La Provincia di Chieti ci riprova, secondo bando di affitto per l'ex Mario Negri Sud [VIDEO]

La locazione durerà 9 anni, offerte entro il 16 maggio. Il consigliere Furia: "In mancanza di risposte, l'ente delocalizzerà alcuni uffici provinciali per recuperare parte delle spese e metterà un custode. Ma l'ex complesso non può essere dato in comodato alla Asl"

La Provincia di Chieti ci riprova a concedere in locazione parte dell'ex Mario Negri Sud, l'immobile che fino al 2015 ha ospitato il prestigioso istituto di ricerca farmacologica a Santa Maria Imbaro.

L'avviso è stato pubblicato oggi dal servizio Patrimonio e valorizzazione immobiliare della Provincia di Chieti, dopo i due bandi di vendita e un precedente di locazione andati deserti. Il canone annuale a base d'asta è fissatoa a 284.015,52 euro.

“Per l'immobile – fa sapere la Provincia - è ora possibile il cambio di destinazione d'uso in conformità a quanto riportato nella nota del Comune di Santa Maria Imbaro, che ammette interventi per la realizzazione o la trasformazione di strutture di interesse generale, tra cui servizi religiosi, servizi civici, servizi sociali e assistenziali”.

Il lotto unico messo a bando comprende uffici, laboratori, auditorium, biblioteca, magazzino, officine, centrali tecnologiche e relative pertinenze strettamente connesse e funzionali alla struttura principale, compresi gli spazi esterni destinati a parcheggio per una superficie di circa 1.000 metri quadri e l'alloggio del custode al piano terra in altro edificio adiacente. L'importo a base d'asta è stato determinato tenendo conto della vetustà degli edifici e degli interventi di manutenzione ordinaria/straordinaria necessari per la rifunzionalizzazione degli immobili da locare e dei relativi impianti.

La durata della locazione prevista è di 9 anni. La modalità di presentazione dell'offerta, da inoltrare entro e non oltre le ore 12 di martedì 16 maggio, è descritta nell'avviso pubblicato sul sito istituzionale della Provincia di Chieti (al link www.bit.ly/negrisud). L'apertura delle offerte in seduta pubblica è fissata per il 17 maggio alle ore 10 nella sala giunta al terzo piano del palazzo provinciale. Per maggiori dettagli, informazioni tecniche e richieste di appuntamenti per il sopralluogo è possibile rivolgersi al servizio Patrimonio e valorizzazione immobiliare in corso Marrucino 97, previo contatto telefonico ai seguenti numeri 08714084848-08714084869.

In caso andasse deserto anche questo ennesimo bando, l'ente provinciale ha studiato soluzioni alternative. “Essendo andati deserti sia due bandi di vendita che uno di affitto, c'è la necessità di recuperare le spese quantomeno dell'Imu, che ammontano a 150mila euro – spiega il consigliere provinciale Sergio Furia (M5S) - Quindi, in mancanza di risposte positive, per rivalutare quei locali l'ente ha intenzione di delocalizzare alcuni uffici provinciali nel complesso dell'ex Mario Negri Sud. Inoltre, si stanno rinnovando i contratti di locazione per le famiglie che abitano negli ex alloggi dei quadri e dirigenti del Mario Negri. Oltre a questo è prevista la presenza di un custode con compiti di guardiania e manutenzione. In questo modo, a costo zero, la struttura sarà mantenuta efficiente e in futuro potrà sempre essere messa in vendita o affittata. In bilancio il complesso di Santa Maria Imbaro, infatti, figura come patrimonio disponibile ad alienazione”.

Il Mario Negri Sud è tornato in ballo anche nel discorso della Casa di comunità che nascerà a Lanciano. Il sindaco Filippo Paolini ha sollecitato la Provincia a cedere il complesso alla Asl per ospitare il personale che oggi lavora nella sede amministrativa di via Spaventa e che dovrà lasciare posto ai nuovi servizi.

“La Asl non ha mai risposto ai vari bandi finora pubblicati e non credo che lo farà a quest'ultimo – replica Furia – La Provincia non può dare in comodato d'uso per 30 anni il complesso alla Asl, anche perché ci sarebbero rilievi negativi da parte della Corte dei conti. Non vorrei che l'impegno che il sindaco Paolini aveva preso con il personale Asl stesse venendo meno e che di questo si stia cercando di incolpare la Provincia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia di Chieti ci riprova, secondo bando di affitto per l'ex Mario Negri Sud [VIDEO]

ChietiToday è in caricamento