rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Corteo e presidio nel centro di Chieti contro il blocco del ddl Zan, Arcigay respinge l'adesione dei partiti politici

La manifestazione prevede la partenza da corso Marrucino, per poi raggiungere largo Martiri della Libertà e dare spazio a interventi liberi

Protesta contro il blocco del ddl Zan, sabato (6 novembre), in corso Marrucino. La organizza Arcigay Chieti, con l'obiettivo di "condannare una politica che non solo ignora la necessità di una legge giusta che condanni i crimini di omolesbobitransfobia, abilismo e misoginia ma nello stesso tempo che ha riempito le aule del Senato con fake news, ignoranza e transfobia. Scendiamo in strada con i nostri corpi e le nostre identità: diverse, uguali e fluide".

La manifestazione prevede la partenza, alle ore 18, da corso Marrucino (subito dopo bar Italia); da lì, alle 18.15, nel rispetto dei protocolli anti Covid il corteo si muoverà verso largo Martiri della Libertà. 

Dalle 18.45 è previsto un presidio con spazio a interventi liberi, di massimo 3 minuti: "Vogliamo offrire - spiega l'associazione - alla città di Chieti uno spazio di condivisione e elaborazione politica di quanto successo".

Arcigay precisa che non intende "opportuno accettare adesioni da parte di partiti politici".

Alla manifestazione, però, ha già inviato la sua adesione Possibile Abruzzo, il partito vicino a Giuseppe Civati. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo e presidio nel centro di Chieti contro il blocco del ddl Zan, Arcigay respinge l'adesione dei partiti politici

ChietiToday è in caricamento