Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Gli agenti di viaggio scendono in piazza: "Siamo stati dimenticati"

L'iniziativa in piazza Unione a Pescara per chiedere misure urgenti alla Regione Abruzzo e allo Stato: "Non pensate soltanto all'estate, noi lavoriamo tutto l'anno"

 

"Mandiamo avanti aziende con lavoratori tutto l'anno, non solo d'estate! E voi vi preoccupate degli ombrelloni! Siamo qui a protestare perchè non abbiamo più il futuro".

Invocano decisioni immediate gli agenti di viaggio abruzzesi che questa mattina hanno protestato davanti alla sede della Regione Abruzzo a Pescara per avere un impegno serio da parte delle istituzioni a favore di una delle categorie che sta pagando lo scotto più grande dall'inizio dell'emergenza coronavirus.

"Abbiamo il diritto di ricevere gli aiuti promessi. Sono tre mesi che aspettiamo e ad oggi non abbiamo ancora nulla, tranne i 600 euro dell'Inps. Abbiamo diritto a un fondo perduto. La nostra categoria - ricordano - è tra le più colpite: abbiamo perso i fatturati del 2020 e, probabilmente, perderemo anche quelli del 2021. Nei mesi scorsi molti passeggeri sono stati rimpatriati a nostre spese".

A Chieti diverse agenzie di viaggi non hanno riaperto luendì scorso, in accordo con la maggior parte delle agenzie abruzzesi, e non lo faranno fino a quando non miglioreranno le condizioni per i voli nazionali e internazionali, presumibilmente il 3 giugno. Ma c'è anche chi ha scelto di restare chiuso fino al 31 luglio e di continuare a lavorare in smart working. #cosinonriparto è l'hashtag lanciato da tutti gli agenti di viaggio rimasti delusi dal decreto Rilancio: "n provvedimento che allo stato attuale non prevede nulla di significativo per il settore del turismo organizzato". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento