rotate-mobile
Attualità Lanciano

Trenta ragazzi di Anffas Lanciano a lavoro in supermercati e negozi con il progetto “Tutti all'opera”

L'iniziativa, finanziata dalla Regione, coinvolge giovani adulti con disabilità in un percorso di integrazione lavorativa. Hanno aderito supermercato, negozio di ingrosso e dettaglio e azienda ortovivaistica

L'Anffas Lanciano ha dato avvio al progetto “Tutti all’opera”, finanziato dalla Regione Abruzzo nell’ambito dei contributi concessi ad iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni del terzo settore per la realizzazione di attività di interesse generale.

Il progetto coinvolge circa 30 giovani adulti con disabilità che frequentano il centro e che hanno maturato il desiderio, ma anche le competenze, per sviluppare un percorso di integrazione lavorativa.

“Vogliamo ringraziare di cuore il signor Giacomo, direttore del supermercato Md Lanciano, il signor Rocco proprietario del negozio Amaranta di ingrosso e dettaglio per parrucchieri ed estetisti di Santa Maria Imbaro e la signora Donatella titolare dell'azienda ortovivaistica Mancini di Fossacesia, perché la loro sensibilità e disponibilità ad accogliere nuove risorse lavorative hanno permesso a circa 18 nostri giovani con fragilità di trovare sbocchi reali per la messa alla prova delle competenze acquisite all’interno dei servizi/percorsi associativi”, spiega l'associazione.

“Il nostro supermercato ha aderito con entusiasmo al progetto dell'Anffas – dicono da Md Lanciano - L'iniziativa si propone di ridurre le disuguaglianze, promuovere una crescita economica inclusiva e sostenibile e offrire un lavoro dignitoso per tutti. Nel contesto di questa collaborazione, alcuni dei giovani coinvolti nel progetto hanno l'opportunità di frequentare il nostro supermercato, contribuendo con il loro impegno e le loro capacità. Siamo orgogliosi di essere parte di questa iniziativa che promuove l'integrazione e il rispetto delle diversità. Continueremo ad impegnarci e a sostenere iniziative che favoriscono l'inclusione e la solidarietà nella società”.

Altri percorsi volti a ridurre le disuguaglianze, offrendo opportunità concrete di integrazione, includono la compartecipazione attiva alla realizzazione di eventi culturali di associazioni del territorio, che da anni si occupano di organizzare eventi di tipo culturale e di sensibilizzazione della cittadinanza su tematiche di interesse paesaggistico piuttosto che sociale. Saranno coinvolti circa 8 giovani con fragilità nell'accoglienza o nel ruolo di "cicerone" durante le "Giornate Fai - Fondo Ambiente Italiano" della delegazione di Lanciano e altri 4 nella realizzazione di eventi culturali dell’Associazione Okay.

“Tutto questo in un’ottica di doppia integrazione – precisa l'Anffas - sia con il gruppo dei cosiddetti normodotati che operano in tali associazioni, divenendo risorse operative alla pari; sia con la comunità locale”.

Un'altra delle attività aderenti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenta ragazzi di Anffas Lanciano a lavoro in supermercati e negozi con il progetto “Tutti all'opera”

ChietiToday è in caricamento