menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La processione del 2020, quando monsignor Forte sfilò da solo nel centro di Chieti

La processione del 2020, quando monsignor Forte sfilò da solo nel centro di Chieti

Il Covid ferma la Processione, ma il Miserere di Selecchy raggiungerà le case dei teatini

L'arcivescovo Forte porterà il crocifisso da San Giustino alla Trinità, accompagnato da un valletto e da tre membri del direttivo dell'arciconfraternita del Sacro monte dei morti

La decisione era nell'aria da tempo, con l'arrivederci al 2022 a musicisti e cantori, e ora è ufficiale: nel giorno di Venerdì Santo, che cade venerdì prossimo (2 aprile), il centro storico sarà blindato. 

Per il secondo anno consecutivo, la pandemia è riuscita a bloccare il rito religioso più caro ai teatini, ma non del tutto. Nessuno ha dimenticato la lenta e solitaria processione di monsignor Bruno Forte nel Venerdì Santo di un anno fa, quando l'arcivescovo portò il crocifisso in un corso Marrucino mai così silenzioso e deserto. Immagini toccanti rimaste nel cuore di tutti. 

Anche quest'anno, i teatini dovranno rinunciare alla loro tradizione più amata, ma sarà possibile viverne l'atmosfera e la fede. 

Venerdì prossimo, l'arcivescovo porterà il crocifisso dalla cattedrale di San Giustino lungo via Pollione, piazza Valignani, corso Marrucino e piazza Trento e Trieste. Una piccola cerimonia che si concluderà sul sagrato della chiesa della Trinità, con la benedizione. 

Nonostante l'assenza dei violini, il Miserere arriverà comunque nelle case dei teatini: lungo corso Marrucino verranno installati altoparlanti che suoneranno le note di Selecchy per tutta la durata della processione. 

Da piazza San Giustino, via Pollione, largo Valignani, corso Marrucino, Trinità e sul sagrato la benedizione. 

Tutta la cerimonia sarà trasmessa in diretta da Rete 8. 

Ovviamente, le strade interessate saranno transennate e i volontari delle associazioni di protezione civile vigileranno affinché non si creino assembramenti. Non sarà possibile stazionare lungo corso Marrucino, né nelle zone interessate dal percorso. 

"Raccomandiamo alle persone di rispettare le regole - invita il governatore dell'arciconfraternita del Sacro Monte dei Morti, Giampiero Perrotti - perché la salute è la cosa più importante e sarà possibile seguire tutto in diretta televisiva". 

La seconda Settimana Santa ai tempi del Covid

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento