rotate-mobile
Attualità

Il Presepe vivente di Chieti non si terrà quest'anno: l'associazione Teate Nostra annulla la manifestazione per lutto

L’amministrazione comunale fa sapere che l'improvvisa scomparsa del socio Paolo La Rovere ha "fortemente toccato tutti i componenti l’associazione"

Non si terrà quest'anno la rappresentazione del Presepe vivente a Chieti. L'iniziativa organizzata dall’associazione Teate Nostra non si terrà a causa di un "grave lutto che ha colpito il motore organizzativo della natività".

L’improvvisa scomparsa del socio Paolo La Rovere "ha - si legge in una nota del Comune - fortemente toccato tutti i componenti l’associazione, che unanimemente hanno deciso di sopprassedere, comunicandolo all’amministrazione, che ha riconosciuto patrocinio e co-organizzazione all’evento previsto come da tradizione il 6 gennaio".

“Rispettiamo la scelta del motore organizzativo di questo atteso evento – commentano il sindaco Diego Ferrara e il vicesindaco Paolo de Cesare - , ci stringiamo al loro dolore e a quello della famiglia di Paolo La Rovere, fondatore, socio e promotore dell’associazione e del Presepe, venuto a mancare in modo improvviso in questi giorni di festa e anche di preparazione alla manifestazione che ci sarebbe stata per l’Epifania. Insieme abbiamo cercato di capire come affrontare la situazione e cosa fare, ma la decisione di fermarsi è arrivata dall’unanimità dei soci di Teate Nostra, oltre che da tutto il motore organizzativo e non abbiamo potuto fare altro che prenderne atto.

Sicuramente è una grande dimostrazione di affetto nei confronti del compianto, che accogliamo, conoscendo bene la coralità che sta dietro l’organizzazione e considerando anche il valore storico e anche simbolico della nostra Natività, che insieme ai riti e agli altri eventi che si svolgono a Chieti è sicuramente uno degli appuntamenti più identitari e complessi da realizzare, visto che prende vita su tutto il territorio cittadino.

Siamo certi che si troverà, insieme al direttore organizzativo dell’associazione Annalucia Tacconelli, con la quale siamo costantemente in contatto, sia con assessorato e sia con gli uffici comunali della Cultura, un modo per dare alla città un evento importante per qualità e contenuto e in grado anche di tributare alla memoria del socio scomparso un ricordo fatto di passione e presenza”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Presepe vivente di Chieti non si terrà quest'anno: l'associazione Teate Nostra annulla la manifestazione per lutto

ChietiToday è in caricamento