Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Presentato il primo moto-memorial Michele Galizia: il 24 giugno dalla montagna a Chieti

L'iniziativa dell’associazione Lo Spirito motociclistico vuole ricordare l’architetto scomparso nel 2022 a causa di un incidente stradale

È tutto pronto per il primo moto-memorial Michele Galizia che sabato 24 giugno approderà a Chieti. Si tratta di una iniziativa dell’associazione Lo Spirito motociclistico nata in memoria dell’architetto scomparso nel 2022 a causa di un incidente stradale e storico biker teatino.

Questa mattina si è svolta la presentazione dell’evento con il sindaco Diego Ferrara e Vinicio Tricca per l’associazione.

“Accogliamo questa manifestazione con grande rispetto e gratitudine nei confronti degli organizzatori e con grande rispetto per le motivazioni che mettono al centro il problema dell’autismo – così il sindaco Diego Ferrara -  In Italia sono più di 600.000 persone interessate da questo problema, con la prevalenza di un bambino ogni 67 nuovi nati rispetto a una realtà che sta crescendo sia per le migliorate tecniche diagnostiche e sia perché fra le cause anche indefinite si sta prendendo coscienza di nuove diagnosi e terapie per problematiche dello spettro autistico. Problematiche importantissime da seguire, perché solo un attento e continuo monitoraggio e sollecitazione dei bambini può farli migliorare ed è questa un’esigenza forte e importante perché possano avere una vita migliore”.

“Dalla montagna al mare, attraverso l’Abruzzo, cento chilometri di percorso che si concluderanno alla Civitella di Chieti per ricordare Michele Galizia, architetto teatino che è stato con noi cuore oltre che motore dell’associazione per tanto tempo e anche di questo evento" ha riferito Vincenzo Tricca

"Abbiamo formato un gruppo biker con Michele Galizia - ricorda - e ci siamo chiesti cosa fare per coniugare la nostra passione a una finalità sociale. Quando lui è venuto a mancare, abbiamo pensato di aggiungere anche una terza finalità, ricordarlo, all’esigenza di sostenere due associazioni che si occupano di autismo, Abruzzo Autismo onlus e la MotoTerapia del dottor Luca Nuzzo che si occupa della riabilitazione attraverso la motocicletta dei problemi dello spettro autistico. L’idea, con lui condivisa, era quella di un motoraduno che raggruppasse non solo i bikers abruzzesi, ma quelli di tutta Italia. Già dopo le prime mosse abbiamo avuto tantissime risposte e dopo la battuta di arresto causata dalla sua scomparsa, abbiamo creato un evento ad hoc con l’obiettivo di raccogliere fondi per queste due associazioni".

Si partirà la mattina da Sambuceto, alle 10 per raggiungere la prima tappa, a Fossacesia, all’abbazia di San Giovanni in Venere con il vescovo e biker, monsignor Giulio Mencuccini, vescovo emerito di Sanggau, diocesi indonesiana. Da Fossacesia si tornerà a Chieti, meta l’anfiteatro della Civitella, dove ci saranno diversi scenari: il museo sarà teatro della videoconferenza con l’ex pilota di moto gp Loris Capirossi, mentre nella piazzetta Di Resta ci sarà un’asta benefica con effetti personali del mondo moto GP e della consegna di un assegno simbolico che sarà destinato alle associazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato il primo moto-memorial Michele Galizia: il 24 giugno dalla montagna a Chieti
ChietiToday è in caricamento