rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità Ortona

Premio “28 dicembre” di Ortona: premiati sanitari e volontari impegnati nella lotta al Covid

Dopo un anno di stop l’amministrazione comunale organizza la manifestazione di consegna del massimo riconoscimento cittadino giunta alla 26esima edizione

Dopo un anno di sospensione dovuta all’emergenza sanitaria, l’amministrazione comunale ha deciso quest’anno di riavvolgere il nastro della memoria con una edizione significativa del Premio 28 Dicembre, massimo riconoscimento cittadino giunto alla 26esima edizione.

Il Premio per “diretta volontà del Sindaco Leo Castiglione” sarà consegnato agli operatori sanitari del territorio e in particolare agli operatori dell’Ospedale ortonese “Gaetano Bernabeo” che dal marzo 2020 sono impegnati ad affrontare e contrastare la diffusione del covid-19.

Al Teatro Tosti a partire dalle ore 17 si svolgerà la cerimonia di consegna del Premio e degli attestati di merito agli studenti che hanno conseguito il diploma di maturità con il massimo dei voti negli anni scolastici 2019/20 e 2020/21 mentre la mattina del 28 la giornata commemorativa prevede a partire dalle 10,30, la deposizione di una corona d’alloro al monumento “Il prezzo della pace” in piazza degli eroi canadesi e al monumento alle Vittime civili di guerra all’ingresso del cimitero cittadino. Al termine della cerimonia religiosa al Sacrario delle vittime civile il Sindaco Leo Castiglione procederà allo scoprimento di una targa in memoria delle vittime ortonesi del Covid. 

“Abbiamo deciso – dice il sindaco - di ringraziare per l’impegno e i sacrifici che gli operatori sanitari sono stati chiamati ad affrontare quotidianamente e che ancora si trovano a vivere combattendo contro la pandemia che li ha provati fisicamente e psicologicamente. Un riconoscimento di gratitudine e riconoscenza che verrà consegnato simbolicamente nelle mani di un operatore del Pronto soccorso dell’ospedale ortonese che ha rappresentato il primo contatto con l’emergenza ma che nella motivazione dell’assegnazione è esteso a tutti i sanitari e dottori che sono impegnati nel nostro presidio ospedaliero.

"Altro simbolo dell’impegno abruzzese contro la pandemia - prosegue Castiglione - è il dottor Giustino Parruti direttore dell’Unità Operativa Complessa Malattie Infettive dell’Ospedale di Pescara, a cui sarà consegnato l’Alfiere di Valter Polleggioni simbolo del premio. Una battaglia che ormai da quasi due anni vede l’impegno e il duro lavoro di medici e volontari sia nelle cure e sia nella fase di prevenzione con il centro vaccinale di Micoperi. Proprio per questo un riconoscimento particolare sarà consegnato anche alle associazioni di volontariato che stanno collaborando con il Comune e la Asl per gestire il centro vaccinale e la postazione Drive-in per i tamponi, l’azienda Micoperi per la disponibilità dimostrata in uomini e strutture e i dottori Ada Mammarella e Mauro Di Iure per l’organizzazione sanitaria del centro vaccinale Micoperi. Inoltre una menzione particolare va al dottor Giuseppe Torzi, direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Lanciano-Vasto-Chieti e a quella telefonata notturna di quasi due anni fa, in cui mi annunciava il primo caso di contagio riscontrato sul territorio ortonese. Purtroppo una comunicazione che è diventata frequente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio “28 dicembre” di Ortona: premiati sanitari e volontari impegnati nella lotta al Covid

ChietiToday è in caricamento