rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Attualità

La pittrice teatina Gabriella Capodiferro espone alla galleria Sartori di Mantova con Nicola Sene

Nel segno dell’incisione: due artiste a confronto tra tradizione e sperimentazione

Le opere della pittrice teatina Gabriella Capodiferro esposte alla galleria Sartori di Mantova con Nicola (Lili) Sene. Un sodalizio artistico, due artiste tra tradizione e sperimentazione,in mostra da sabato 12 fino al 31 marzo. La presentazione è del critico Enzi Di Martino: "L’incontro di due artiste, osservate nel momento della loro piena maturità ideativa ed espressiva, peraltro negli ultimi anni impegnate assieme, si potrebbe dire fianco a fianco, in una inedita e sorprendente esplorazione dei linguaggi della grafica d’arte, quelli tradizionali e quelli cosiddetti sperimentali" le sue parole.

Il rapporto artistico e professionale tra Capodiferro e Sene nasce a Venezia, all’indomani della personale della stessa pittrice abruzzese che la prestigiosa Scoletta dei Battioro e Tiraoro a San Stae, sul Canal Grande, volle ospitare nel 2016.

"Grazie proprio a Di Martino – racconta la Capodiferro, che proprio nella città lagunare ha vissuto i momenti più importanti delle sua formazione artistica giovanile con maestri del calibro di Bruno Saetti, ovvero una delle massime espressioni artistiche italiane del Novecento - conobbi Nicola Sene: artista straordinaria, maestra eccellente, che mi ha lasciato piena libertà di sperimentare con materiali e strumenti tra i più disparati. E’ stata per me la maestra ideale, ha permesso la mia riapertura all’arte attraverso la grafica che avevo lasciato indietro nel corso degli anni. Ma mi ha anche trasferito il suo entusiasmo, mi ha donato generosamente la sua professionalità, permettendomi di reinventare la mia arte attraverso le varie tipologie dell’incisione: con la sensibilità dell’artista maestro ha saputo guidarmi verso risultati espressivi in piena armonia con la mia pittura ed assolutamente validi dal punto di vista dello stile".

Dell'incontro con Capodiferro Sene aggiunge: "Lei si è abbandonata coraggiosamente all’incontro, e passando dalle lastre di zinco anche trattate in maniera ‘diversamente classica’, siamo arrivate alle matrici povere e nello specifico al cartone. Gabriella si è impossessata di questa tecnica, totalmente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pittrice teatina Gabriella Capodiferro espone alla galleria Sartori di Mantova con Nicola Sene

ChietiToday è in caricamento