menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Procede velocemente il piano vaccinazioni in carcere: il garante dei detenuti Cifaldi fa il punto

"In Abruzzo - evidenzia il professore - sono stati vaccinati circa il 90% dei detenuti e per 85% il personale dell’amministrazione penitenziaria"

Il garante dei detenuti della Regione Abruzzo, Gianmarco Cifaldi, fa il punto della situazione sulla campagna  vaccinale all’interno degli istituti penitenziari dove si sta procedendo celermente, con la collaborazione del personale sanitario penitenziario e con la disponibilità delle Asl.    

“Con l’assessore Verì abbiamo stabilito un crono programma delle sedute vaccinali da completare entro questo mese. Ad oggi possiamo ritenerci soddisfatti come Regione Abruzzo  - spiega il professor Cifaldi - perché sono stati vaccinati circa il 90% dei detenuti e per 85% il personale dell’amministrazione penitenziaria escludendo coloro che si sono rifiutati di sottoporsi al vaccino, unitamente ai soggetti che hanno contratto il virus che devono attendere il tempo necessario per ricevere la vaccinazione”.    

Gli operatori penitenziari e i detenuti sono stati sottoposti al vaccino seguendo tutti protocolli stabiliti. “Qualora si riscontrassero particolari patologie – precisa il garante dei detenuti - e i soggetti sono definiti ‘vulnerabili’ vengono segnalati al centro di vaccinazione di riferimento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento