Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

Papa Francesco cura la prefazione del nuovo libro di fra Emiliano: "Non sparlare degli altri!"

Il volume del frate cappuccino, originario di Vasto, è uscito in questi giorni

“Le parole possono essere baci, carezze, farmaci oppure coltelli, spade o proiettili. Con la parola possiamo bene-dire o maledire, le parole possono essere muri chiusi o finestre aperte".

Lo scrive papa Francesco nella prefazione di "Non sparlare degli altri!", l’ultimo volume scritto dai padre Emiliano Antenucci, già frate dell'ordine dei frati Minori Cappuccini nel convento di Mater Domini a Chieti e a Guardiagrele, missionario della Misericordia nominato da papa Francesco, da maggio 2020 rettore del Santuario della Madonna del Silenzio ad Avezzano.

Nella prefazione il papa scrive che il silenzio è la lingua di Dio e padre Emiliano invita a riscoprire la ‘preghiera silenziosa’. Perché ‘sparlare vuol dire sporcare l’immagine di bellezza’. E ancora: "Il silenzio è un mezzo per ascoltare la voce di Dio in ognuno di noi" afferma il frate.

"Il silenzio è anche la lingua di Dio ed è anche il linguaggio dell'amore, come Sant'Agostino scrive: 'Se taci, taci per amore, se parli, parla per amore'. Non sparlare degli altri, non è solo un atto morale, ma un gesto umano, perché quando 'sparliamo' degli altri, sporchiamo l'immagine di Dio che c'è in ogni uomo" spiega papa Francesco secondo cui "siamo 'terroristi', quando buttiamo 'le bombe' del pettegolezzo, della calunnia e dell'invidia".

"Si parte dal silenzio e si arriva alla carità verso gli altri. La Vergine del Silenzio ci insegni l'uso giusto della nostra lingua, ci doni forza di benedire tutti, la pace nel cuore e la gioia di vivere".

Padre Emiliano Antenucci presenterà "Non sparlare degli altri!" in diretta streaming sabato 23 gennaio, alle ore 18,30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco cura la prefazione del nuovo libro di fra Emiliano: "Non sparlare degli altri!"

ChietiToday è in caricamento