rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Attualità Guardiagrele

Palazzo dell'artigianato di Guardiagrele: ecco i finanziamenti dal governo per la ristrutturazione

Sottoscritta la convenzione con la presidenza del consiglio per il finanziamento dei lavori di "Riqualificazione sociale e culturale di aree urbane degradate"

Dopo un lungo iter è stata sottoscritta la convenzione con la presidenza del consiglio per il finanziamento dei lavori di "Riqualificazione sociale e culturale di aree urbane degradate" relativi al Palazzo dell'artigianato di Guardiagrele.

I lavori riguardano la parte dell'edificio che ospitava gli ex alloggi delle suore e l'ingresso laterale. Verranno realizzati nuovi appartamenti per famiglie svantaggiate, un'area dedicata alle start-up, laboratori per le botteghe artigiani oltre ai lavori di manutenzione straordinaria sulle facciate, terrazzi e coperture e adeguamento di parte degli impianti.

Il sindaco Donatello Di Prinzio ricorda come la proposta progettuale che la passata amministrazione aveva inviato alla presidenza del consiglio per partecipare al bando è rientrata in graduatoria e quindi finanziata nel 2017, ma da quella data, tra la redazione del progetto definitivo, il cofinanziamento del Comune che all'epoca non poteva, la richiesta alla Regione per il cofinanziamento, l'aumento dei prezzi, siamo arrivati a luglio 2022 in cui è stato possibile approvare il progetto definitivo dell'importo di  1milione 995mila euro cui 1milione 546mila finanziato dalla presidenza del consiglio e 400mila finanziati dalla Regione.

L'iter è stato molto lungo e tortuoso, già dal primo giorno di insediamento ho dovuto recuperare le somme che la Regione Abruzzo aveva stanziato agli inizi del 2020, ma che il Comune non aveva mai avuto notizia. Poi ci sono state le revisioni progettuali che hanno rideterminato anche le lavorazioni, in quanto dal 2016 al 2022 i prezzi delle opere pubbliche sono aumentate. Successivamente ad ogni cambio di governo nazionale sono stati sostituiti i responsabili del procedimento e  le commissioni di valutazioni: l'interlocuzione è stata sempre molto difficile.

Il 31 gennaio scorso nel corso di un incontro a Roma, siamo riusciti a effettuare la verifica documentale e concludere l'iter che ha portato alla sottoscrizione della convenzione il 15 marzo. Il bando a cui il Comune ha partecipato nel 2016 era per attività Sociali e culturali con destinazioni ben precise, per cui l'opera deve rispettare le indicazioni del bando, che andranno comunque a mantenere una struttura monumentale importante come è l'ex convento San Giuseppe. Ora abbiamo 24 mesi per concludere i lavori, ma occorre procedere speditamente con la redazione del progetto esecutivo e l'acquisizione dei pareri degli enti sovraordinati. Ringrazio l'ufficio tecnico comunale in particolar modo l'architetto Lorenza Fabrizio che ha seguito tutto l'iter e ci ha portato alla sottoscrizione della convenzione e i progettisti Angelo Alimonti e Mario Gallo, per la professionalità e la pazienza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo dell'artigianato di Guardiagrele: ecco i finanziamenti dal governo per la ristrutturazione

ChietiToday è in caricamento