Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

All'ospedale di Chieti 18 nuovi posti letto di terapia intensiva

Inaugurazione alla Rianimazione del SS. Annunziata dei primi 11 posti, entro fine febbraio saranno 18. Previsti altri interventi

Nuova Rianimazione all'ospedale SS. Annunziata di Chieti con 18 posti letto: all’11° livello della Palazzina M oggi sono stati inaugurati i primi 11 posti già pronti, gli altri 7 saranno ultimati entro fine mese.

È il risultato di un investimento della Regione Abruzzo di 3 milioni 118 mila euro, attinto dai fondi per la rete Covid, impiegati per interventi strutturali e attrezzature elettromedicali. 

“Era un investimento necessario, da concretizzare velocemente perché la pandemia non ci da tregua, e possiamo dire con soddisfazione di esserci riusciti” ha sottolineato l'assessore regionale alla Salute Nicoletta Verì, presente oggi a Chieti con l'arcivescovo  Bruno Forte, il sindaco Diego Ferrara, il direttore generale della Asl Thomas Schael.

“È una Rianimazione gioiello - ha detto quest'ultimo - che ha il grande pregio di potersi adattare a qualunque necessità assistenziale, di tipo pandemico e non. Sarà operativa da subito, e ho il fondato timore che possa servire subito, visto che abbiamo già esaurito i posti letto disponibili a Chieti in un momento nel quale assistiamo a una importante ripresa dei contagi”. 

Al SS. Annunziata sono stati avviati anche altri due cantieri: è in fase di completamento la realizzazione dell’area sub intensiva Covid al 5° livello del corpo L, con 7 posti letto di pneumologia e 6 posti di Malattie Infettive. I lavori saranno ultimati entro metà febbraio. 

Avviata anche la ristrutturazione del pronto soccorso, che prevede la separazione dei percorsi tra pazienti Covid e no Covid.

Fondi sono arrivati anche per l’ospedale di Ortona dove questo pomeriggio è stato inaugurato il pronto soccorso, dopo il restyling. Qui sono stati investiti complessivamente 200 mila euro, di cui 103 per lavori strutturali e la restante parte per attrezzature. 

Per la rete Covid, l’Abruzzo aveva a disposizione, complessivamente, circa 29 milioni di euro di fondi statali, per potenziare strutturalmente l’assistenza sanitaria: le somme sono state destinate sia alle terapie intensive (con la realizzazione di posti letto isolati e non isolati, dotati delle necessarie tecnologie), sia a quelle semi intensive (con la dotazione di caschi Pap, ventilatori invasivi e ventilatori a turbina semintensivi).

image (11)-14-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'ospedale di Chieti 18 nuovi posti letto di terapia intensiva

ChietiToday è in caricamento