menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Chieti, Marcozzi (M5s) sulla Pet-tac: “Inaccettabile spendere 500mila euro annuali per il noleggio”

La Pet-Tac in dotazione all’ospedale di Chieti è stata acquisita nel 2012 in leasing. La consigliera regionale chiede all'assessore alla Sanità di acquistare un macchinario “nuovo ed efficiente”

Si  è discusso in consiglio regionale sul caso della Pet-tac dell'Ospedale di Chieti. Una situazione che su ChietiToday avevamo affrontato lo scorso ottobre quando un paziente oncologico aveva denunciato il rischio di commistione tra pazienti immunodepressi e altri potenzialmente positivi al Covid.

Dopo l’interpellanza presentata dalla consigliera del Movimento 5 stelle, Sara Marcozzi è la stessa penta stellata a spiegare la situazione. “Siamo finalmente venuti a conoscenza del costo del noleggio di questa strumentazione, che si aggira sui 500mila euro all'anno. Se pensiamo che una Pet-Tac di ultima generazione costa intorno ai 2 milioni di euro, è evidente che avremmo già potuto comprarne una di proprietà e collocarla all’interno dell’Ospedale SS. Annunziata. Invece ci troviamo ancora oggi a dover spendere centinaia di migliaia di euro per un macchinario che si trova in un container, che crea disagi a pazienti oncologici già in condizioni di fragilità, e che ha avuto anche decine di giorni di fermo per problemi tecnici nelle ultime settimane”.

La Pet-Tac in dotazione all’ospedale di Chieti è stata acquisita nel 2012 in leasing ed è di tipo mobile: è posizionata nel piazzale antistante i locali del 118. Il servizio è nato per porre fine alle trasferte fuori regione a cui sono stati costretti per anni i pazienti della provincia di Chieti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Attualità

Abruzzo in zona arancione: cosa cambia da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento