Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Rischio incendio: pugno duro del Comune contro i proprietari che non si occupano dello sfalcio dei terreni incolti

Un'ordinanza firmata dal sindaco Ferrara prevede sanzioni fino a 500 euro e la segnalazione all'autorità giudiziaria per chi non ottempera all'obbligo di tenere pulito e in ordine

Pugno duro del Comune di Chieti contro i proprietari di terreni che non si occupano della pulizia e dello sfalcio delle erbacce. 

In un'ordinanza firmata dal sindaco Diego Ferrara lo scorso 23 luglio, ma che torna di drammatica attualità dopo gli incendi che hanno colpito diverse località della provincia, si dispone che gli inadempienti debbano pagare sanzioni fino a 500 euro. In più, si rischia anche la segnalazione all'autorità giudiziaria. 

Il provvedimento si rende necessario non solo per la prevenzione degli incendi, che possono essere favoriti dai terreni incolti, ma anche per la sicurezza della circolazione stradale, per il decoro e la salvaguardia dell'igiene e della salute pubblica.

Si impone la pulizia di tutte le aree private, terreni, giardini, aree agricole non coltivate, mediante il taglio dell'erba e della vegetazione, con rimozione dei residui di sfalcio e rifiuti vari, nonché l'estirpazione di sterpaglie e cespugli anche sui muri di cinta e sui fronti degli stabili. 

In più, i cittadini dovranno occuparsi, nelle aree di loro proprietà, della regolazione delle siepi, la potatura degli alberi e la rimozione dei residui di sfalcio, del taglio di radici e in ogni caso delle parti arboree che creino danni alle aree pubbliche. Divieto rigoroso di abbandono di rifiuti che possano immettere sostanze nocive nel sottosuolo. Interventi da fare non appena sia necessario e comunque con interventi almeno a cadenza semestrale. 

I trasgressori rischiano sanzioni che variano da un minimo di 75 euro a un massimo di 500, tariffa che sarà applicata in caso di recidiva. Saranno gli agenti della polizia municipale a vigilare sul rispetto dell'ordinanza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio incendio: pugno duro del Comune contro i proprietari che non si occupano dello sfalcio dei terreni incolti

ChietiToday è in caricamento