rotate-mobile
Attualità

Orario ridotto all'asilo comunale di via Amiterno, associazione Inclusiamo: "Preoccupazione e incertezza"

L'associazione teatina che aiuta persone con disabilità e le loro famiglie si rivolge all'amministrazione comunale

"C'è grande preoccupazione e incertezza sul futuro". Questo il commento di Anna Gloria Di Leo, presidente dell'associazione Inclusiamo dopo aver appreso decisione da parte del Comune di far partire l'orario ridotto all'asilo nido comunale "II Riccio e la Volpe" di via Amiterno a Chieti Scalo.

Molte famiglie che usufruiscono dei servizi all’infanzia resi disponibili nell’unico nido comunale dell’intera città, si sono rivolte alla nostra associazione manifestando sgomento circa la decisione di anticipare l’uscita giornaliera dei bambini. Il tutto, senza garantire un congruo preavviso, onde consentire quantomeno alle famiglie di organizzare diversamente la propria gestione quotidiana. Ci informano anche delle oggettive difficoltà di reperire per il prossimo anno alternative presso nidi privati, non solo per questioni economiche, ma anche perché non si rinvengono posti disponibili, essendo già giugno inoltrato".

La presidente dell'associazione sottolinea che le famiglie "non hanno avuto ancora alcuna certezza relativa al proseguo della scolastica il che implica una totale precarietà sulle sorti del nido comunale e su quelle dei bambini, procurando tanta preoccupazione. L’associazione, pertanto, invita l’amministrazione a ponderare attentamente tali decisioni e chiede che venga ricollocato al centro della questione il preminente interesse dei minori, la loro serenità ed il loro diritto a vedersi garantita la continuità socio educativa derivante dalla conservazione del servizio. Non senza evidenziare che tale decisione, oltre a pesare economicamente sulle famiglie che hanno già affrontato ogni spesa relativa al nido e che si vedono cessare il servizio tempo pieno ingiustamente anzitempo, si ripercuote in maniera ancor più gravosa sui bambini più fragili e sulle rispettive famiglie".

Secondo l'associazione Inclusiamo risulta "fondamentale ai fini scolastici ed inclusivi, soprattutto per i bimbi affetti da disabilità, garantire continuità didattica. Nei bambini più fragili, un cambiamento cosi repentino e non opportunamente monitorato, potrebbe causare finanche una possibile regressione terapeutica, eventualità che va assolutamente scongiurata. Auspichiamo quindi che l’amministrazione comunale voglia riconsiderare le proprie intenzioni ed invero che si adoperi al meglio per garantire la continuità del servizio anche per l’anno futuro, revocando o non assumendo ogni decisione di anticipare l’uscita alle 13,30 come garantito a inizio anno scolastico"
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orario ridotto all'asilo comunale di via Amiterno, associazione Inclusiamo: "Preoccupazione e incertezza"

ChietiToday è in caricamento