Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Operatori di malattie infettive del Ss Annunziata, la Cgil: "Riconoscere indennità"

Giuseppe Rucci e Camillo Gasbarro della Fp Cgil si rivolgono al direttore generale della Asl2

"A un anno dall’emergenza Covid 19 denunciamo ancora la carenza degli organici nella Asl2".  Giuseppe Rucci e Camillo Gasbarro della Fp Cgil, chiede di risolvere le problematiche evidenziate dal personale del reparto di Malattie infettive dell'ospedale Ss Annunziata di Chieti.

"La salute del personale - scrive il sindacato - ogni giorno in prima linea e dei pazienti, vanno tutelati e salvaguardati, così come vanno osservati gli standard assistenziali di riferimento, nettamente sottodimensionati nel rapporto tra personale/posti letto attualmente in dotazione. Visto il carico di lavoro che ogni giorno la Uo di Malattie Infettive si trova a sostenere è necessario intervenire con prontezza, attraverso il personale a supporto di quello già presente, affinché il servizio erogato possa continuare ad essere qualitativamente alto, anche in previsione di un piano ferie alle porte".

Il sindacato aggiunge che "in considerazione della complessità dei pazienti trattati, che rientrerebbero nel range assistenziale di una terapia subintensiva, sarebbe opportuno riconoscere al personale della Uo, l’applicazione dell’indennità "art.86 comma 6 - lettera b del Ccnl). Purtroppo non possiamo che registrare il silenzio assoluto da parte della direzione. Si annuncia fin da ora che nei prossimi giorni metteremo in campo, di concerto con il personale interessato , ogni azione necessaria a tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori impegnati a contrastare la diffusione del Covid".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operatori di malattie infettive del Ss Annunziata, la Cgil: "Riconoscere indennità"

ChietiToday è in caricamento