rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Attualità

L’azienda Olivicola Casolana di Casoli trionfa al concorso Ercole Olivario

Premiata a Perugia nella sede della Camera di Commercio, Olivicola Casolana ha conquistato la seconda posizione con la varietà Intosso (olive verdi in salamoia)

L’azienda Olivicola Casolana di Casoli si è aggiudicata il premio per le migliori “olive conciate – lavorate con il metodo Sivigliano” al concorso nazionale “Ercole Olivario – Sezione Olive da Tavola”.

Premiata a Perugia nella sede della Camera di Commercio, Olivicola Casolana ha conquistato la seconda posizione con la varietà Intosso (olive verdi in salamoia), grazie a un campione di olive dal colore uniforme e adeguato al grado di maturazione e al tipo di lavorazione (metodo “Sivigliano”), pezzatura media e calibro uniforme, con salinità, amaro e acido ben bilanciati e buona croccantezza.

Il concorso nazionale, giunto alla seconda edizione, premia le olive da mensa e ha come obiettivo quello di promuovere il settore delle olive da mensa, sostenendo le imprese olivicole nel miglioramento della qualità del prodotto, nella valorizzazione della tipicità e nella diversificazione della produzione.

Sono 8 i premi assegnati in questa importante occasione per le quattro categorie in gara:  

Per la Categoria olive al naturale - fermentate al naturale 

1° Classificato – l'azienda Terre Salentine soc. agr. semplice - Puglia

2° Classificato - cooperativa la Peranzana Alta Daunia – Puglia

Per la categoria olive disidratate e/o raggrinzite

1° Classificato – l’azienda Americo Quattrociocchi - Lazio

2° Classificato - l’azienda Feudo Euchinia di Dugo Vincenzo - Sicilia

Per la categoria olive conciate – lavorate con il metodo Castelvetrano

1° Classificato – la Società Agricola Pisciotta - Sicilia 

2° Classificato - l’azienda Terramia Soc. Coop. - Sicilia

Per la categoria olive conciate – lavorate con il metodo Sivigliano

1° Classificato – l’Azienda Agricola Capuano - Puglia

2° Classificato – l’azienda L’Olivicola Casolana - Abruzzo

Durante l’evento si è preceduto, inoltre, all’assegnazione dei premi speciali previsti dal regolamento:

 Premio Speciale Giovane Imprenditore, riservato al titolare under 40 che ha ottenuto il miglior punteggio, all’azienda Oilivis srl, Puglia;

Premio Speciale Impresa Femminile, previsto per l’impresa partecipante condotta da donne che abbia conseguito il maggior punteggio, all’ Azienda Agricola 5F, Liguria;

Premio Speciale Impresa Biologica, attribuito all’impresa biologica partecipante che abbia raccolto il punteggio più alto, all’Azienda Agricola Gabriele Francesco, Calabria.

Una menzione d’onore è stata conferita ai produttori di “Olive al Naturale” che hanno ottenuto un punteggio superiore a 75/100: dalla Calabria (1) all’Azienda Agricola Gabriele Francesco; dal Lazio (3) all’Unione Agricoltori Itrani, all’azienda Americo Quattrociocchi e all’azienda Agricola Cosmo di Russo; dalla Liguria (1) all’Azienda Agricola 5F; dalla Puglia (3) all’azienda Terre Salentine, alla Cooperativa La Peranzana Alta Daunia e all’Oilivis srl; dalla Sardegna (2) alla C.O.PAR Soc. Coop. Agricola e all’Azienda Agricola di Giovanni Mastinu; dalla Sicilia (4) a Terramia Soc. Coop., a Feudo Euchinia di Dugo Vincenzo, alla Società Agricola Pisciotta e all’Azienda agricola Centonze Antonino.

Una menzione di merito al territorio è stata assegnata alla regione Puglia, che ha presentato il maggior numero di campioni di “Olive da Tavola” in concorso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’azienda Olivicola Casolana di Casoli trionfa al concorso Ercole Olivario

ChietiToday è in caricamento