rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità

"Induzione a non pagare sarà perseguita nelle sedi competenti": l'intervento del Consorzio Bonifica Centro

La replica all’appello del Comitato Bonifica Sostenibile alla Regione che chiede di sospendere la terza rata dei contributi di bonifica

"In risposta alle ennesime accuse del Comitato Bonifica sostenibile secondo cui i tributi consortili sono contributi non dovuti, ingiusti e vessatori ed inoltre imposti per far fronte alle somme che invece dovrebbero pagare Aca, Comuni, Province e Regione il Consorzio, senza voler alimentare alcuna polemica, intende tranquillizzare i propri consorziati informandoli di operare nel pieno rispetto delle norme, dei regolamenti interni e, soprattutto, del suo piano di classifica per quanto riguarda l’emissione dei contributi di bonifica".

Una nota del Consorzio Bonifica Centro guidato dal commissario, Daniela Valenza, replica a quanto chiesto dal comitato in una lettera all'assessore regionale all'Agricoltura, Emanuele Imprudente.

"L’ennesima riprova - si legge nella nota - arriva nella giornata del 16 novembre (ieri ndr) quando è stata depositata la sentenza della Corte di Giustizia Tributaria di Pescara n. 640/2023 in cui si reggetta il ricorso di un noto associato del Comitato Bonifica sostenibile condannandolo anche alle ulteriori spese di giudizio.

Inoltre, dall’indirizzo giurisprudenziale della magistratura tributaria si conferma la correttezza dell’azione tributaria del consorzio. I giudici tributari, tra le altre cose, hanno anche confermato come il beneficio di bonifica non dipenda esclusivamente dall’uso dell’acqua ma dall’insieme delle attività consortili tese alla manutenzione del territorio affermando che '……coloro i cui terreni beneficiano di opere consortili non possono sottrarsi al pagamento del tributo solo per il fatto di non utilizzare l’acqua per propria scelta considerato che i terreni ricevono benefici anche dalle opere per evitare allagamenti e frane e vi è un aumento del valore degli stessi proprio per la presenza di tali opere e servizi….'.

Qualunque induzione ai consorziati di non effettuare i pagamenti dovuti sarà perseguita nelle competenti sedi, come precisa e inderogabile linea di indirizzo data dai vertici del Consorzio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Induzione a non pagare sarà perseguita nelle sedi competenti": l'intervento del Consorzio Bonifica Centro

ChietiToday è in caricamento