Diocesi Chieti-Vasto, monsignor Forte annuncia le nuove nomine pastorali

L'arcivescovo ha annunciato le nuove nomine pastorali che entreranno in vigore dal 1 agosto 2020

L'arcivescovo della diocesi di Chieti-Vasto, monsignor Bruno Forte, sabato durante la messa crismale ha annunciato le nuove nomine pastorali che entreranno in vigore dal 1 agosto 2020.

Nella parrocchia di Maria Santissima Assunta  di Giuliano Teatino dopo la morte di don Rocco Calabrese subentra don Antonio Santoleri, che lascia la parrocchia di Santa Maria Assunta di Sant’Eusanio del Sangro, dove  diventa parroco don Nicola Caravaggio dalla parrocchia di Santo Stefano Protomartire di Turrivalignani. A quest’ultimo succede don Emilio Cacciagrano, trasferito dalla parrocchia di Santa Maria del Popolo di Bomba e da quella di San Nicola di Bari di Pennadomo dove sarà parroco il sacerdote novello don Luigi Genovesi.
 
Invece nella parrocchia di Santa Maria dell’Olmo di Archi e in quella del Santissimo Salvatore di Piane d’Archi dopo la reggenza temporanea di padre José Yanson arriva don Nicholas Di Crescenzo, sacerdote novello. Un altro sacerdote novello, don Carlo Di Francesco, arriva nella parrocchia del Santissimo Salvatore a Palombaro per succedere a don Ignazio Amaladas.

Don Guido Carafa, segretario e cerimoniere arcivescovile, lascia il ministero di parroco nella parrocchia di San Biagio a Vacri per divenire vicario cooperatore nella parrocchia del Santissimo Crocifisso di Chieti Scalo, in aiuto al parroco don Gino Marino. A San Biagio in Vacri don Rodrigo Dominguez, della Società San Giovanni, diventa amministratore parrocchiale, lo stesso continuerà a lavorare nella pastorale universitaria insieme a P. José Yanson, che diventa vicario cooperatore della parrocchia di Madonna delle Piane di Chieti.

E ancora: don Nicola Carpineta lascia il servizio a  Santa Maria Maddalena in Casalanguida e diventa parroco delle parrocchie di San Martino Vescovo a Liscia e di Santa Maria delle Grazie a Palmoli; don Nicola lascia anche il servizio di cappellano dell’ospedale di Atessa dove subentra don Domenico Campitelli, vicario cooperatore nella Parrocchia di San Leucio in Atessa.

Don Albert Mbombo lascia Palmoli per guidare la parrocchia di Santa Maria Maddalena a Casalanguida, mentre don Justin Tiraviam Vedamuthu lascia la parrocchia di Liscia e va a svolgere il ministero di vicario cooperatore nelle parrocchie di San Donato Martire e San Silvestro Papa a Fossacesia, in aiuto al parroco don Leo Rosa.

Don Nicola Lomurno, eremita diocesano, lascia il complesso di Santa Maria Arabona di Manoppello per trasferirsi in un eremo più solitario nella diocesi di Teano Calvi, al suo posto padre Luciano Verdoscia Mccj, comboniano: sarà vicario cooperatore della parrocchia di San Pancrazio Martire a Manoppello e responsabile per l’abbazia di Santa Maria Arabona e terrà un corso sul dialogo interreligioso e di islamistica al seminario Regionale a Chieti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento