rotate-mobile
Attualità

No green pass, la protesta in Abruzzo: fascia tricolore al braccio contro le norme del governo

Come fa sapere il movimento omonimo, le iniziative pacifiche contro l'obbligo della carta verde e delle vaccinazioni sui minori continuano

Una fascia tricolore al polso, in segno di protesa contro le norme del governo. L’hanno lanciata da oggi gli attivisti del movimento 'No Green Pass' di Abruzzo e Marche, per dare un "segnale di presenza e di vigilanza continua" alla popolazione.
   

In una nota congiunta Sonia Arina, Francesco Ciattoni, Nico Liberati, Beatrice Marinelli, Marco Gambini Rossano, portavoce del movimento 'No Green pass' fanno sapere che, in maniera pacifica e civile “ continuiamo a manifestare  il nostro dissenso, contro il ricatto vaccinale, verso tutte le forme di limitazione delle libertà fondamentali e contro ogni azione discriminatoria, irresponsabile ed incauta verso i minori". 

Da oggi gli attivisti saranno riconoscibili per una fascia omerale bianca, rossa e verde al braccio sinistro: “Sotto un'unica bandiera il tricolore, è questo l'unico vessillo per cui essi sono pronti ad agire, - aggiungono - contro il tradimento dei partiti e delle organizzazioni sindacali, con mitezza ma determinati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No green pass, la protesta in Abruzzo: fascia tricolore al braccio contro le norme del governo

ChietiToday è in caricamento