rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità

FOTO-Il piano neve supera il banco di prova: passata l'emergenza, mezzi in azione già dalle prime ore del mattino

Sulla città sono caduti circa 10 centimetri di neve, ma non ci sono state particolari criticità. Continuano le raccomandazioni a non mettersi in auto senza gomme invernali o catene

Viabilità regolare e, fortunatamente, nessun problema di particolare rilevanza nel primo vero banco di prima dell'amministrazione teatina, che si è trovata ad affrontare la prima ondata di maltempo e neve, con tutto ciò che ne consegue. 

Le previsioni e i bollettini della Regione avevano messo in allarme da qualche giorno sull'arrivo del freddo e il piano neve è partito sin dalle prime ore della mattina, con i mezzi spargisale e spazzaneve in azione, che hanno permesso il ritorno alla normalità già nella tarda mattinata, mantenendo operativi sia i trasporti pubblici che l’attività di screening della popolazione, a cui sarà possibile sottoporsi anche domani.

A tracciare il bilancio della giornata sono il sindaco Diego Ferrara e ’assessore all’Ambiente Chiara Zappalorto, che è stata in continuo contatto con tutte le forze coinvolte dal piano neve già dalla notte scorsa: “Abbiamo affrontato la nostra prima ondata vera di maltempo gestendo due emergenze importanti, provvedendo subito a rendere sicure le strade, spargendo il sale già prima della nevicata e associandovi l’attività degli spazzaneve durante tutta la mattinata, un’azione non facile, a causa della particolare resistenza della neve che è caduta copiosa arrivando subito a oltre 10 centimetri. Questo ha reso necessario un costante ripasso dei mezzi sulle arterie principali e un potenziamento del numero di quelli impiegati, al fine di limitare tutti i disagi, anche quelli arrecati da quanti si sono avventurati senza gomme da neve e senza l’attrezzatura indispensabile a circolare. In ogni modo, salvo le strade più ripide e un paio di interventi su un autobus e alcune vetture senza catene, la viabilità non ha subito particolari arresti. La situazione è tornata alla piena normalità già intorno alle 13, ma ora si tratterà di affrontare il problema delle temperature per evitare l’insidia del ghiaccio e nei prossimi giorni la situazione del verde, fiaccato dal peso della neve caduta oggi".

Gli amministratori tengono a ringraziare "tutti gli uomini della Protezione civile comunale, quelli di Formula Ambiente e della polizia municipale che sono stati operativi da subito e hanno fatto anche da riferimento per la popolazione, rispondendo a tante istanze diversificate, che incrociavano l’emergenza neve a quella covid. Una cordata che fa da motore anche allo screening della popolazione, in corso fino a domani in città: tutte le sedi sono state presidiate, per questioni di accessibilità e rischi abbiamo deciso di tenere chiusa solo per il pomeriggio di oggi la sede della palestra della scuola Chiarini che, tempo permettendo, tornerà operativa domani".

Neve a Chieti, 13 febbraio 2021

Chieti e provincia sotto la neve (13 febbraio 2021)

Lanciano sotto la neve, 13 febbraio 2021

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FOTO-Il piano neve supera il banco di prova: passata l'emergenza, mezzi in azione già dalle prime ore del mattino

ChietiToday è in caricamento