È morto 'Nino' Sartorelli, titolare dello storico negozio di arredamenti a Chieti

Titolare della storica attività di famiglia nata negli anni '50 in via dello Zingaro, nel centro storico cittadino. I funerali si terranno nella parrocchia di Sant’Anna

La città di Chieti perde un altro dei suoi volti noti. Se ne è andato questa mattina all’ospedale di Ortona, dove era ricoverato per una malattia, Giovanni Sartorelli. “Nino” come lo chiamavano tutti, aveva 80 anni ed era molto conosciuto a Chieti grazie alla sua attività “Sartorelli arredamento” che aveva sede in via dello Zingaro, ttuale via de Lollis, a due passi da piazza Malta, nel centro storico cittadino.

La storica attività era stata avviata negli anni ’50 dal papà Luigi e dalla mamma Giuseppina Mammarella. Grande appassionato di sport: il Chieti e il Milan erano le sue grandi passioni, oltre al biliardo che fino a qualche anno fa si divertiva a giocare nei circoli cittadini.  

Nino Sartorelli era molto legato al capoluogo teatino nel quale ha sempre vissuto dedicandosi alla famiglia e al lavoro, con l'attività guidata fino a tre anni fa: tante le famiglie di Chieti (e non solo) che hanno arredato la propria casa acquistando i mobili nell'attività della famiglia Sartorelli.

Lascia la moglie Aida, le figlie Paola e Maria Luigia, i generi Alessandro e Tonino, le nipoti Marina e la piccola Maria Grazia, il fratello Guido e la cognata Lina.

A ricordarlo sono proprio le sue due amate figlie. Queste le parole di Paola:

"Mi ricordo quando da bambina mi veniva spesso a prendere a scuola col furgone carico di mobili perché doveva fare qualche consegna e mi portava con lui e mi faceva conoscere ai suoi clienti. Quando a scuola o in altri ambienti dicevo il mio cognome mi sentivo rispondere "Che sei la figlia di Sartorelli dei mobili?....abbiamo comprato da papà il nostro arredamento, e dopo 40 anni abbiamo ancora i mobili comprati da lui!"

E il ricordo di Marialuigia:

"Il suo intento è sempre stato quello di proseguire l'attività che i genitori avevano creato dal nulla, con tanti sacrifici. Proprio allo storico negozio di mobili sono legati i miei ricordi più belli. Da piccola ricordo che trascorrevo ore a disegnare sui fogli di carta millimetrata e giocavamo con i tessuti delle 'stoffe campioni' dei divani. All’uscita da scuola consegne spesso ci portava con lui per le consegne a domicilio. La domenica pomeriggio era dedicata al calcio, con quella sua radiolina che portava. Caro papà, ricorderò sempre la tua bella risata, la voglia di stare sempre in comapgnia e di chiacchierare. Ti voglio bene. Ciao".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I funerali si terranno domani, venerdì 5 giugno,  alle ore 17 nella parrocchia di Sant’Anna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento