rotate-mobile
Attualità

Il cordoglio dell'amministrazione comunale per la scomparsa di Marisa Di Russo, riferimento della cultura giapponese in Abruzzo

La professoressa aveva fondato il Centro studi dedicato al gesuita teatino Alessandro Valignano, contribuendo a farlo conoscere nei luoghi in cui visse come missionario

Cordoglio da parte dell'amministrazione comunale teatina per la scomparsa per la professoressa Marisa Di Russo, fondatrice a Chieti del Centro studi dedicato ad Alessandro Valignano e studiosa di cultura giapponese.

"Una passione - ricordano il sindaco Diego Ferrara e l'assessore alla Cultura, Paolo De Cesare - che l’aveva portata ad essere anche presidente dell'associazione Giappone in Abruzzo, nonché animatrice di più iniziative volte allo studio e alla conoscenza della cultura orientale- Un legame, quello che ha particolarmente unito la città alla professoressa, che nasce anche dalla particolare storia del gesuita teatino, oggi ricordato nei luoghi dove ebbe occasione di vivere come missionario e, grazie a lei più conosciuto e celebrato a Chieti e in Italia, dove fino a qualche anno fa ben poco si sapeva di questo importante esploratore della fede e dei popoli nato a Chieti".

"Alla famiglia - prosegono - giunga l’abbraccio dell’intera amministrazione e della città, sarà nostra cura portare avanti il lavoro della professoressa, insieme alla celebrazione del nostro illustre concittadino, impegno che è di certo anche il miglior modo per ricordarla”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio dell'amministrazione comunale per la scomparsa di Marisa Di Russo, riferimento della cultura giapponese in Abruzzo

ChietiToday è in caricamento