Attualità

Monumento alla Resistenza, Paziente (Anpi): "Ignorate richieste di manutenzione dall'amministrazione comunale"

La richiesta dell’incontro mira a definire ("con un accordo scritto") la collaborazione tra il Comune e l’Anpi per garantire la pulizia  della lapide in piazza Martiri della Libertà

"Il 7 settembre abbiamo inviato  all’assessore all’ambiente e alle politiche comunitarie del Comune, Chiara Zappalorto, la richiesta, regolarmente protocollata, di un incontro urgente per stipulare un accordo scritto sulla manutenzione del recinto e della lapide ai nostri eroici Partigiani in piazza Martiri della Libertà. Denunciamo all’opinione pubblica che la richiesta è stata, fino ad oggi, ignorata".

A dirlo è il presidente dell'Anpi Chieti, Filippo Paziente che sottolinea come "l’assessore all’ambiente della passata amministrazione, su nostra sollecitazione, prese accordi con  chi era preposto alla pulizia della città, per garantire che ogni venerdì, dopo la pulizia del Corso Marrucino dove si svolge il mercato settimanale, con idropulitrici ed altre attrezzature,  venisse pulito anche il sito. Gli accordi furono mantenuti, con soddisfazione delle parti, e la pulizia settimanale fu effettivamente garantita".

Paziente ricorda che "dopo le ultime elezioni amministrative, abbiamo subito interessato del problema la nuova amministrazione. Sono stati inviati sul posto due operai per esaminare le cose da fare, ma, dopo il sopralluogo, più nulla. Noi abbiamo provveduto alla pulizia e tinteggiatura del sito. L’amministrazione lo ha fatto ripulire per la celebrazione del 25 Aprile, poi lo ha nuovamente dimenticato. Da quel giorno, solo il 6 settembre, sempre su nostra sollecitazione, la pulizia è stata rinnovata. Sono già passati altri tre venerdì e il recinto è rimasto sporco".

La richiesta dell’incontro mira "a definire, con un accordo scritto, la collaborazione tra il Comune e l’Anpi, per garantire la  pulizia  del sito, sensibilizzando i cittadini a un civile comportamento. Averla ignorata è  un atto di rinuncia alla collaborazione e di mancato rispetto verso la nostra associazione, impegnata a difendere i valori della Resistenza.  L’amministrazione comunale non può sottrarsi al dovere morale della manutenzione decorosa del recinto e della lapide, murata dal Comune e dall’Anpi di Chieti in memoria dell’eroico sacrificio dei nostri caduti, subito dopo la liberazione della città dai nazifascisti".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monumento alla Resistenza, Paziente (Anpi): "Ignorate richieste di manutenzione dall'amministrazione comunale"

ChietiToday è in caricamento