Marsilio a Radio 1: “Nessuna diffida per ora dal governo, anticipo zona arancione importante per l’economia"

Il presidente della Regione spiega di non essere uno "sprovveduto" e al governo ricorda che "se arrivassero i ristori ci sarebbe meno pressione da parte di commercianti e imprese”

"Non ho ancora ricevuto alcuna diffida ma continuo a collaborare con il governo". Il presidente della Regione, Marco Marsilio è intervenuto questa mattina alla trasmissione "Che giorno è" su Rai Radio 1 dopo la decisione di firmare l'ordinanza che ha sancito il passaggio dell'Abruzzo da zona rossa a zona arancione.

"Contesto al governo l'interpretazione sbagliata di norme e tempistiche - ha detto Marsilio - perchè bisogna considerare anche le esigenze di sviluppo economico del territorio".  

Sulla decisione di anticipare di 48 ore il passaggio in zona arancione il governatore spiega che "non credo possa stravolgere il sistema sanitario mentre ha un impatto importantissimo sul sistema economico. Non sono uno sporvveduto perchè anticipato la zona rossa quando è ripartita la seconda ondata per iniziare prima e meglio questa situazione. Ora il comitato tecnico scientifico ci dice che la situazione può essere gestitia in sicurezza".

Al governo che ha minacciato di diffidare l'Abruzzo a seguito dell'ordinanza Marsilio risponde che "se i ristori a imprese e commercianti fossero arrivati o fossero stati adeguati non avremmo così tanta pressione da queste categorie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento