L'allarme di Marsilio: "Resistenza degli ospedali destinata a esaurirsi nel giro di poche ore"

Il presidente della Regione Abruzzo ha ribadito i suoi timori intervenendo in diretta su Rai News

"La capacità di resistenza delle strutture sanitarie è destinata a esaurirsi nel giro di poche ore, al massimo qualche giorno". Lo ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, intervenuto questa mattina in diretta su Rai News. 

Ancora una volta, il governatore ha lanciato l'allarme, ribadendo che, "se è questa la curva dei contagi", presto tutta Italia potrebbe diventare zona rossa. 

"O si ferma la curva dei contagi - ha aggiunto - o inevitabilmente gli ospedali non si possono moltiplicare dall’oggi al domani".

Marsilio ha poi parlato anche delle carenze della medicina territoriale, "che in Italia non esiste da decenni ed è la grande assente di questa emergenza", che potrebbe operare come filtro. Mentre in realtà, ha aggiunto, "le persone, con la paura addosso, si precipitano al pronto soccorso e gli ospedali non possono entro un certo limite reggere questo urto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

  • Sempre più frequenti i lupi in città, il veterinario: "Nessun pericolo per l'uomo, attenti agli animali domestici"

  • L'Abruzzo resta in zona rossa: proroga di una settimana, ma Marsilio spinge per misure meno restrittive

Torna su
ChietiToday è in caricamento