rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

L'annuncio di Marsilio: "Vicini alla nascita della fondazione Abruzzo Film Commission"

Si è tenuto nella sala Ipogea del consiglio regionale a L’Aquila, l’evento di presentazione della Fondazione “Abruzzo Film Commission”

Presentata la fondazione “Abruzzo Film Commission” nel corso di un evento promosso dalla presidenza della Regione Abruzzo.
È stata un’occasione importante di confronto con il mondo dell’industria cinematografica, delle film commission Italiane, delle società di produzione e di tutte le categorie del sistema audiovisivo.

Lo scopo è stato quello di raccogliere i suggerimenti e le esperienze affinché la fondazione Abruzzo Film Commission possa costituire un punto di riferimento solido per il sistema cinema e promuovere il brand unico delle bellezze territoriali della Regione.

«Entrare nella famiglia delle Italian Film Commission», spiega Marco Marsilio, presidente della giunta regionale, «significa lavorare per internazionalizzare il brand Abruzzo e proporsi nel mercato dell’audiovisivo non soltanto facendo affidamento sulla ricchezza di set naturali nella nostra Regione, ma anche sulla qualità dei servizi che siamo in grado di offrire in termini di alta specializzazione delle maestranze, qualità e quantità delle infrastrutture e capacità ricettive. Una Film Commission regionale strutturata e radicata sui territori, genera non soltanto crescita culturale e in prospettiva turistica, ma anche una maggiore capacità di essere attrattivi nei confronti delle grandi produzioni nazionali e internazionali e delle nuove piattaforme interessate a investire in Abruzzo. L’obiettivo è quello di fare dell’audiovisivo una leva di sviluppo per il marketing territoriale e, non ultima la formazione di giovani interessati a intraprendere questa professione che oggi. per lavorare, sono costretti a cercare fortuna altrove».

La sottosegretaria al ministero della Cultura, Lucia Borgonzoni, ha dichiarato che, per storie e territorio da raccontare, l’Abruzzo una regione con un patrimonio ricchissimo. Borgonzoni ha anche detto che da parte del Governo c’è massimo impegno a lavorare di squadra investendo fondi ed energie per promuovere sempre più questo territorio attraverso uno strumento potentissimo qual è quello dell’audiovisivo. Secondo la sottosegretaria, i prodotti cinematografici ed audiovisivi sanno, infatti, coinvolgere e formare le nuove generazioni e sono in grado di accrescere il tessuto sociale in termini culturali, occupazionali ed economici. E la stessa Borgonzoni ha spiegato perché il Ministero stia mettendo a punto un’azione combinata (dalla revisione del tax credit al tavolo nazionale di coordinamento delle Film Commission regionali passando dalla campagna estiva per le sale “Cinema Revolution”) che possa ancora con più efficacia contribuire allo sviluppo del sistema cinematografico italiano.

Francesco Rutelli, presidente di Anica, si è congratulato con la Regione Abruzzo e con il presidente Marco Marsilio per questa istituzione della Film Commission che è una pagina veramente preziosa per promuovere un territorio magnifico che è stato set di film storici di valore internazionale. Cristina Priarone, presidente Italian Film Commissions, ha espresso soddisfazione dicendo che  quando un territorio si dota di strumenti come una Film Commission come sta facendo la Regione Abruzzo, tutto il Paese e il settore audiovisivo nazionale ne beneficia, in particolare quando questo avviene in un percorso condiviso con IFC su coordinate di competenza e concretezza. 
Nicola Claudio, presidente di Rai Cinema, ha spiegato che, grazie alla presenza delle Film Commission, le produzioni, i registi, gli sceneggiatori hanno potuto ampliare geograficamente gli orizzonti delle storie da loro immaginate e poi realizzate, dislocandole da luoghi di fama mondiale consolidata a zone più periferiche e sconosciute, rendendo finalmente disponibile appieno la peculiare e forse impareggiabile caratteristica di un territorio nazionale così incredibilmente vario e ricco da un punto di vista geografico, paesaggistico, linguistico, culturale, gastronomico, artistico, da costituire una vera e propria miniera per il cinema.

Due i Tavoli di confronto che hanno visto protagonisti i rappresentanti dell’industria cinematografica con l’obiettivo di creare sinergie tra gli attori del sistema audiovisivo per potenziare e rendere riconoscibile il Brand della Regione Abruzzo a livello internazionale. Si è discusso del “Sistema Cinema: le Industrie e le Associazioni di categoria per l’audiovisivo” e su “Abruzzo Terra di Cinema: le Produzioni, il Territorio, il Talento”, i dibattiti sono stati moderati dal giornalista del TG1 Roberto Chinzari e dall’attrice Manuela Morabito. Tra gli attori abruzzesi presenti Niccolò Galasso (O’ Pirucchio di “Mare Fuori”), Giacomo Ferrara ( “Spadino” nella serie “Suburra”) e Gabriele Cirilli. Fra gli ospiti anche Fabio Massimo Capogrosso, compositore di fama internazionale e autore delle musiche del film “Esterno Notte” e “Rapito” di Marco Bellocchio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio di Marsilio: "Vicini alla nascita della fondazione Abruzzo Film Commission"

ChietiToday è in caricamento