rotate-mobile
Attualità Lanciano

L'attore lancianese Nicolò Galasso di "Mare fuori" premiato dalla Regione: "Ora voglio lavorare nella mia terra"

Il 24enne che interpreta il personaggio di Gaetano Sannino, detto O Pirucchio, nella fortunata serie televisiva ha ottenuto un riconoscimento dall’ufficio di presidenza del consiglio regionale

L'ufficio di presidenza del consiglio regionale abruzzese ha premiato l'attore lancianese Nicolò Galasso, noto al grande pubblico per aver interpretato il personaggio di Gaetano Sannino, detto O Pirucchio, nella serie “Mare fuori” andata in onda su Rai2.

Questa mattina, nell'aula consiliare dell'assemblea legislativa d'Abruzzo, Galasso ha ricevuto un riconoscimento che rende omaggio ai suoi sccessi artistici  collezionati negli ultimi anni. La pergamena, firmata dal presidente Lorenzo Sospiri, è stata consegnata dal consigliere segretario Sabrina Bocchino affiancata dal consigliere regionale Antonietta La Porta.

QUI IL VIDEO DELLA CONSEGNA

Il protagonista abruzzese di "Mare fuori" ha 24 anni e spera, sull'onda della neonata Film commission, di essere presto protagonista di lavori cinematografici realizzati interamente in Abruzzo. "Sono grato alla Regione per aver riconosciuto la mia passione e mi auguro nel prossimo futuro di avere l'opportunità di lavorare nella mia terra. Ci sono tante storie da raccontare e mi piacerebbe farlo qui", ha dichiarato Galasso che ha recitato anche nella serie Sky,“The new Pope” di Paolo Sorrentino ed è protagonista del recente film “Adagio” di Stefano Sollima.

Il premio conferitogli dall'ufficio di presidenza del consiglio regionale consiste nell’attribuzione di un contributo in denaro del valore di 8 mila euro quale incentivo a un percorso artistico e culturale, dando lustro all'Abruzzo. L'anno scorso lo stesso premio era stato assegnato alle giovani attrici Sofia Fiore e Carlotta De Leonardis, protagoniste del film “L’Arminuta”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attore lancianese Nicolò Galasso di "Mare fuori" premiato dalla Regione: "Ora voglio lavorare nella mia terra"

ChietiToday è in caricamento