rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Attualità

Emergenza siccità, in Abruzzo la zona di Chieti è quella che soffre più per la mancanza d'acqua

Un disagio, già avvertito distintamente dai cittadini, testimoniato dai dati in possesso di Anbi (Associazione nazionale bonifiche irrigazioni miglioramenti fondiari)

La zona di Chieti è quella che soffre maggiormente per la mancanza d'acqua. Un disagio, già avvertito distintamente dai cittadini, testimoniato dai dati in possesso di Anbi (Associazione nazionale bonifiche irrigazioni miglioramenti fondiari). 

Secondo quanto ricostruito dall'associazione, nel Centro Italia "a soffrire maggiormente sono le zone di Ascoli Piceno e Fermo, ormai in condizione di siccità estrema per la perdurante assenza dell'80% delle piogge; i volumi d'acqua, trattenuti negli invasi, calano di 1 milione di metri cubi a settimana per riuscire a dissetare le campagne e tutti i fiumi hanno portate inferiori alle annate scorse (record storico negativo per il livello del Sentino: - 38 centimetri)".

A Sud, "in Campania, tutti i fiumi sono in deficit rispetto allo scorso anno (portata odierna del Liri-Garigliano: mc./sec. 36; nel 2021: mc./sec. 100), mentre in Abruzzo è la zona di Chieti a soffrire maggiormente per la mancanza d'acqua", prosegue ANBI. Al Sud sono le temperature particolarmente alte di aria e mare a caratterizzare il periodo: "Ne sono evidente conseguenza gli oltre 11 milioni di metri cubi d'acqua, prelevati in una settimana dagli invasi della Basilicata, le cui disponibilità idriche stanno segnando un deficit di circa 37 milioni di metri cubi sull'anno scorso (fonte: Autorità Bacino Distrettuale Appennino Meridionale); resta, invece, ancora positivo il bilancio dei principali bacini pugliesi, nonostante un prelievo settimanale superiore ai 14 milioni di metri cubi".

Èm questa "una situazione, che esemplifica la funzione calmieratrice dei grandi bacini, ormai insufficienti, però, a rispondere da soli alle esigenze di territori arsi dalla siccità, creando una situazione critica anche dal punto di vista ambientale. Per questo, è necessario l'ausilio di una rete di bacini medio-piccoli e multifunzionali come quelli previsti dal Piano Laghetti, da noi proposto insieme a Coldiretti", commenta Francesco Vincenzi, presidente di Anbi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza siccità, in Abruzzo la zona di Chieti è quella che soffre più per la mancanza d'acqua

ChietiToday è in caricamento