rotate-mobile
Attualità

Pazienti oncologici costretti a lunghe attese per le terapie a causa della carenza di organico: la protesta

La denuncia di chi è costretto a frequentare il reparto con regolarità: "La colpa non è del personale, che fa orari massacranti per coprire adeguatamente tutti i turni, ma il numero è insufficiente"

Personale sotto organico e, nonostante il super lavoro degli infermieri, i pazienti sono costretti a lunghe attese per la terapia. È quanto accade alla Clinica oncologica dell'ospedale clinicizzato, come denuncia chi frequenta il reparto regolarmente. 

"L'accesso in reparto - spiega una lettrice che preferisce non rivelare il suo nome - prevede la visita con l'oncologo di riferimento, un prelievo e poi la somministrazione della terapia, oppure solo la visita e la terapia. Ma sempre più spesso i pazienti, già in condizioni non buone, sono costretti ad aspettare ore e ore prima che questa venga somministrata". 

"La colpa non è del personale, che fa orari massacranti per coprire adeguatamente tutti i turni - aggiunge - ma il numero è insufficiente, sia per quanto riguarda il reparto, sia per la farmacia o comunque il luogo in cui vengono preparate le terapie prescritte dai medici. Così, spesso, non c'è nessuno che possa andare a prendere i farmaci e portarli in reparto. Purtroppo, però, sono i pazienti ad avere la peggio, perché sono costretti ad aspettare per diverse ore". 

Si tratta dell'ennesima segnalazione, in queste settimane, che arriva dal Santissima Annunziata. Proprio ieri, dopo la levata di scudi degli ultimi giorni, la Asl ha trovato una soluzione per la carenza di organico in pronto soccorso, con il ricorso a personale di altri reparti, e la chiusura del reparto di Geriatria, che è stata scongiurata. Ma sono diverse le realtà del policlinico in cui sanitari, infermieri e operatori socio-sanitari sono costretti al super lavoro per riuscire ad assistere al meglio tutti i pazienti e coprire le necessità di un bacino di utenza sempre più ampio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pazienti oncologici costretti a lunghe attese per le terapie a causa della carenza di organico: la protesta

ChietiToday è in caricamento