Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Il Parco nazionale della Maiella diventa Geoparco mondiale dell’Unesco

Cerimonia ufficiale giovedì 22 aprile. Un risultato importante per tutto il territorio e che porterà benefici a livello di sviluppo sostenibile

La Giornata mondiale della Terra coincide con il riconoscimento del territorio del Parco nazionale della Maiella come Geoparco mondiale dell’Unesco. La proclamazione 'ufficiale' oggi alle 14 con una cerimonia di benvenuto 'virtuale' organizzata dal Global Geopark Network Unesco.

Si tratta di un'opportunità straordinaria per l'Abruzzo che porterà benefici a livello di sviluppo sostenibile delle comunità locali e permetterà al parco di collaborare con oltre 160 territori riconosciuti in tutto il mondo.

"Il titolo è di particolare interesse ed importanza - le parole del presidente del parco Lucio Zazzara – perché, oltre che evidenziare la ricchezza e l'unicità della natura geologica della nostra montagna note nel mondo intero, certifica l'impegno del parco e delle comunità tutte che vi abitano a realizzare un modello ripetibile di insediamento sostenibile”.

“Un riconoscimento che premia il lavoro portato avanti dal presidente del parco Zazzara e dal direttore Di Martino e che ha visto anche il contributo fattivo della Regione Abruzzo – il commento del presidente della Regione Marco Marsilio – Oggi festeggiamo questo importante riconoscimento che farà diventare quell’area punto di riferimento per appassionati di ambiente e natura da tutto il mondo. Ringrazio gli uffici ambiente della Regione e il prezioso lavoro dell’assessore Campitelli che hanno permesso il raggiungimento di questo obiettivo”.

Il cammino verso il riconoscimento è iniziato nel 2016 insieme all'Ordine dei geologi della Regione Abruzzo che con l'Ente parco ha siglato un protocollo d'intesa per il progetto di candidatura. All'esito positivo hanno contribuito i geologi della commissione geositi e geoparchi dell'Ordine sotto il coordinamento del responsabile del Geoparco, la geologa dell'Ente Elena Liberatoscioli, e la supervisione scientifica della professoressa Etta Patacca Scandone.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Parco nazionale della Maiella diventa Geoparco mondiale dell’Unesco

ChietiToday è in caricamento