menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da Facebook

Foto da Facebook

"Mamma, sei tu?": la influencer abruzzese Aurora Betti racconta in un libro la ricerca dei suoi genitori biologici

Nel volume pubblicato per Caro Diario edizioni la storia di bambina cresciuta in un istituto di suore e poi adottata da una coppia, tormentata dal bisogno di conoscere le proprie radici

Il grande pubblico l'ha conosciuta nell'estate 2015, quando, insieme all'allora fidanzato Gianmarco Valenza, partecipò alla trasmissione di Canale 5 Temptation Island, curata da Maria De Filippi. 

Oggi Aurora Betti, 27 anni, di Atessa, compagna del calciatore del Cagliari Simone Aresti, diventata mamma, svela un altro lato della sua storia, a cui aveva già accennato nelle sue apparizioni televisive. 

Lo fa nel libro "Mamma, sei tu?" (Caro Diario edizioni), in cui racconta la sua storia di bambina adottata dopo l'abbandono dei genitori naturali e la ricerca delle sue radici. "Mi sono sentita una bambina senza radici, senza legami di sangue e di conseguenza, senza identita?", scrive. 

Nata ad Atessa nel 1993, qualche giorno dopo la sua venuta al mondo, Aurora Betti viene affidata dalla madre naturale a una struttura di accoglienza per giovani madri a Francavilla al Mare, gestita dalle suore. Nel 1995, a quasi due anni, viene adottata da Chiara e Manlio. "Mi hanno preso tra le loro braccia, mi hanno cresciuta e mi hanno dato tutto l’amore che mi era stato tolto. Per me, mamma e papa? sono solo loro e lo saranno sempre", racconta. 

Ma la voglia di conoscere il suo passato si fa sempre più forte, finché il 5 settembre 2016, a 22 anni, con le poche informazioni che conosce, inizia su Facebook la ricerca della sua madre naturale, a cui scrive un messaggio: "Sei tu?". La destinataria, Angela, nega invano. 

A quel punto, Aurora Betti prosegue le ricerche, scoprendo di avere diversi fratellastri. La madre aveva avuto una relazione con un uomo sposato, che non aveva voluto interrompere il matrimonio, con una donna proprio di nome Aurora. 

Poi, proprio mentre rimane incinta del suo primo figlio, Diego, la giovane scopre che il suo padre naturale è morto e, poco dopo, arriva la notizia della scomparsa anche della madre biologica. 

Il cerchio si è chiuso, così la influencer di Atessa ha deciso di affidare al libro la sua storia di figlia adottiva alla ricerca della verità. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento