Il direttore generale della Asl scrive ai sanitari impegnati contro il Coronavirus: "La mia gratitudine è infinita"

Messaggio di forza e speranza dal manager Schael: "Insieme esprimiamo una grande forza e, anche se sarà faticoso, riusciremo a dare ai nostri cittadini speranza di salute e di vita"

Il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, in questo momento difficile per il Paese e per la sanità, ha preso carta e penna per scrivere a tutti gli operatori impegnati in prima linea nella lotta contro il Coronavirus. Ecco di seguito la sua lettera integrale. 

Carissimi, 

in queste ore così difficili per tutti noi desidero fermare per un momento il vortice delle riunioni, delle telefonate, dell’incessante “fare” per avere un piccolo spazio per “noi”, per questa squadra grandiosa che si spende con generosità ormai da settimane, giorno e notte, senza tregua, per combattere una battaglia durissima. 

Il vostro cuore è grande, pari al coraggio e al senso del dovere che vi anima e vi porta ogni giorno a prestare la vostra preziosa opera, grazie alla quale possiamo curare e salvare vite. La mia gratitudine è perciò infinita. 

Viviamo una situazione inedita, rispetto alla quale ci sono poche conoscenze e pochi strumenti, e non abbiamo altra scelta se non quella di misurarci con una sfida che a tratti ci appare molto più grande di noi, un po’ come Davide e Golìa, e potete immaginare come sono distribuiti i rapporti di forza. 

È solo grazie all’impegno di quanti in ogni momento mettono in campo buona volontà e tutto il loro “saper fare” se riusciamo a fronteggiare una situazione complessa, davanti alla quale dobbiamo essere flessibili, e rivedere costantemente organizzazione e pratiche. 

Ma i momenti di crisi servono anche a farci misurare la nostra capacità reattiva, il nostro potenziale e la nostra capacità di fare squadra, marciando con lo stesso passo. 

In questa circostanza che ci mette così a dura prova, anche sotto il profilo emotivo, abbiamo maturato la consapevolezza che sappiamo reagire e far fronte anche a situazioni ignote con grinta, sollecitati dal desiderio di presidiare la salute della nostra comunità e di domare “la bestia” che in queste ore ci toglie tempo alle famiglie e sonno. 

Non è tempo di fare previsioni su cosa ci aspetta, ma possiamo contare su una certezza: insieme esprimiamo una grande forza e, anche se sarà faticoso, riusciremo a dare ai nostri cittadini speranza di salute e di vita. E alla fine si vedrà chi è Davide e chi Golia.

Vi abbraccio tutti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Vostro Direttore
Thomas Schael

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento