rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità Lanciano

Terminati i lavori a tetto e impianti, a Lanciano riapre il palazzetto dello sport

Oggi il taglio del nastro ufficiale, lunedì 8 aprile la struttura tornerà a disposizione delle società sportive. Nuova copertura per il tetto, luci a risparmio energetico e pannelli solari per la produzione di acqua calda

Riapre il palazzetto dello sport di Lanciano dopo sette mesi di lavori che hanno messo fine, in particolare, al problema delle infiltrazioni d'acqua dalla copertura. Lunedì 8 aprile, alle ore 15, la struttura tornerà ufficialmente a disposizione delle società sportive, a partire da quelle di danza e ginnastica ritmica.

Questa mattina, 6 aprile, c'è stata l'inaugurazione ufficiale alla presenza della giunta comunale al gran completo e del cavaliere Nicola Nativio, 97 anni, il più longevo presidente della boxe italiana, che ha tagliato il nastro insieme al sindaco Filippo Paolini.

Il taglio del nastro col cavaliere Nativio

Da oltre 50 anni il cavaliere guida, infatti, la Pugilistica Nativio, una delle nove società che torneranno ad allenarsi nel palazzetto di piazza Domenico Allegrino. Ci sono, inoltre, quattro società di danza e ginnastica ritmica, due di basket e due di pallavolo, per un totale di circa mille atleti che graviteranno sulla struttura.

In meno di 12 mesi è stato speso circa un milione di euro sul palazzetto. Lo scorso anno circa 70mila euro per rifare tutti gli spogliatoi, le docce e qualche rifinitura all'esterno e quest'anno altri 900mila euro, 700mila dal bando sport e periferie e 200mila di mutuo acceso dal Comune.

I 2.800 metri quadrati della copertura del tetto, afflitto da problemi di infiltrazioni d'acqua, sono stati smantellati e rifatti, con una pannellatura più leggera; nuovo impianto termico e luci a led per l'interno, pannelli solari per produrre acqua calda, al 70% per uso igienico-sanitario.

“Sono queste le principali novità che ci faranno risparmiare tantissimo, anche 40% in meno – spiega il vicesindaco e assessore allo sport Danilo Ranieri – Per fare solo un esempio, nel dicembre 2022 pagammo 15mila euro di bolletta elettrica”.

Per Ranieri l'appalto del palasport è un esempio di buona politica: “C'è stato un bando intercettato meritevolmente dalla precedente amministrazione e finanziato per 700mila euro e poi la nostra amministrazione è stata brava, appena insediata, a porsi il problema se i soldi sarebbero bastati. Nel frattempo, infatti, il mondo stava cambiando e i prezzi delle materie prime aumentavano. I nostri uffici hanno fatto una rivalutazione dei costi, dalla quale è emerso che servivano altri soldi, così abbiamo acceso un mutuo. Anche con il bando è stato fatto tutto nel migliore dei modi: controllando le caratteristiche delle ditte partecipanti, gli uffici hanno escluso la prima classificata e, dopo tre gradi di giudizio, abbiamo dato l'appalto a una ditta campana, che si è affidato a ditte locali per le subforniture. Ci hanno messo la faccia ed oggi erano qui con noi a gioire dei risultati”.

I lavori sono iniziati a fine agosto 2023 e terminati a fine marzo 2024, rispettando il cronoprogramma. “Abbiamo circa 1780 posti a sedere omologati. In settima è stata qui la Lnd (lega nazionale dilettanti) Abruzzo ad omologare, a proprie spese, il campo per sviluppare il progetto di un torneo di calcio a 5 regionale”.

E a breve partirà un cantiere anche al PalaMasciangelo del quartiere Santa Rita. “Qui abbiamo già investito 100mila euro per la copertura, rifatta l'estate scorsa – precisa l'assessore - e adesso con altri 100mila euro, concessi dall'ex assessore regionale Nicola Campitelli, rifaremo la pavimentazione, non in legno ma in taraflex. I lavori inizieremo alla fine di giugno per finire agli inizi di agosto”.

Riapre il palasport

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terminati i lavori a tetto e impianti, a Lanciano riapre il palazzetto dello sport

ChietiToday è in caricamento