Attualità

Lanciano piange Ennio De Benedictis, ideatore del Frentano d'oro: oggi i funerali

L’ideatore del premio cittadino si è spento all’ospedale “Renzetti” all’età di 85 anni. Il sindaco Pupillo: "Era schietto, determinato e tenace, custode delle tradizioni e allo stesso tempo moderno ed innovativo"

Lanciano piange Ennio De Benedictis, il suo ‘Frentano d’oro’. L’ideatore dell’omonimo premio cittadino si è spento mercoledì all’ospedale “Renzetti” all’età di 85 anni.

A ricordare le tante imprese del ragionere De Benedictis, che era un uomo profondamente innamorato della sua città, è il sindaco Mario Pupillo.

“Schietto, determinato e tenace, custode delle tradizioni e allo stesso tempo moderno ed innovativo, è stato capace di portare a Lanciano una facoltà universitaria all’interno del Palazzo degli Studi "Marcello De Cecco" nell’ambito di una sua creatura, il Consorzio Universitario. Tanti i suoi impegni, dalla editrice Carabba, alle attività culturali e professionali fino all’idea (ecco la genialità) del “Frentano D’Oro”, un premio a tutti i cittadini “dell’antica Frentania” che si sono distinti nel mondo. Venti anni con venti personaggi di statura internazionale, alcuni poco conosciuti dalla città, che in campi diversi rappresentano o hanno rappresentato eccellenze riconosciute a tutte le latitudini del mondo".

Il riconoscimento viene assegnato annualmente a un personaggio di Lanciano resosi benemerito in ambito nazionale e internazionale nel campo delle scienze, della cultura, dell’arte, dell’economia e della professione, dando lustro e prestigio alla sua terra natia.

"Era bello quando mi metteva al corrente di chi potesse essere il prossimo Frentano d’Oro per l'anno successivo - ricorda ancora Pupillo - furtivamente veniva in Comune e mi raccontava le sue “scoperte”, sempre importanti e mi chiedeva un giudizio. Era preciso, puntuale, degno di un agente della Cia nel ricostruire il curriculum dei papabili. Poi mi tartassava perché ero in ritardo nello scrivere i saluti per le pubblicazioni sul premiato. Ed era bellissimo quando durante la manifestazione del Frentano d’Oro nel Fenaroli , si eclissava e dovevo cercarlo, per ricomparire improvvisamente al momento della premiazione. Era schivo, lavorava dietro le quinte e lasciava lo spazio agli altri, ma soprattutto alla sua città”.

Nonostante le condizioni di salute lo provassero, De Benedictis negli ultimi tempi era al lavoro per l’organizzazione del prossimo Frentano d’oro, dopo lo stop forzato nel 2020. Una manifestazione che il sindaco di Lanciano promette di voler portare avanti.

Lascia la figlia Manuela, che si è presa cura di lui amorevolmente dopo la perdita della cara moglie Diana, poco meno di un anno fa. I funerali si terranno oggi, venerdì 2 luglio, alle 16,30 nella parrocchia della S.S. Trinità a Villa Andreoli.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano piange Ennio De Benedictis, ideatore del Frentano d'oro: oggi i funerali

ChietiToday è in caricamento