rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Attualità Lanciano

"Subito personale e fondi": il coordinamento Uniti per la salute si mobilita per l'hospice di Lanciano

Manifestazione sabato 25 maggio davanti all'ingresso della struttura per cure palliative in via Belvedere: "Non si possono mettere a rischio cura e continuità assistenziale delle persone più fragili"

“Hospice: subito personale e fondi”. È il titolo della mobilitazione che il coordinamento Uniti per la salute organizza per sabato 25 maggio, alle ore 11, davanti all’ingresso dell’hospice 'Alba chiara' in via Belvedere a Lanciano.

“Una manifestazione cittadina in difesa della struttura, punto di riferimento sicuro e sensibile per il nostro territorio, struttura che si è sempre distinta negli anni per competenza, efficienza e grande senso di umanità”, spiegano i promotori, ovvero le forze politiche Partito democratico, Progetto Lanciano, Lanciano per tutti, Lanciano Vale, Lanciano in Comune, Europa Verde, 5 Stelle, Azione, Uniti per Lanciano, Sinistra Italiana, riunite nel coordinamento.

La mobilitazione ha l'intento di “richiamare l’attenzione di tutti e soprattutto delle istituzioni perché non si possono mettere a rischio la cura, la continuità assistenziale, l’amore e il sostegno, anche alle famiglie, delle persone più fragili. Tutta la cittadinanza è invitata ad intervenire”, è l'appello.

Nei giorni scorsi, a seguito delle dichiarazioni del dg Asl Thomas Schael considerate poco rassicuranti, l'opposizione consiliare ha protocollato una mozione per discutere in consiglio comunale la questione del futuro dell’hospice di Lanciano.

Hospice che con dieci posti letto ha effettuato, nel 2023, 161 ricoveri, mentre la rete di cure palliative domiciliari nel 2023 ha avuto in carico 770 pazienti gravi, oncologici, terminali o affetti da patologie croniche degenerative invalidanti. “La struttura ad oggi conta un solo medico in servizio – si legge nella mozione - la Asl02 Lanciano/Vasto/Chieti negli ultimi anni non ha rimpiazzato i 3 medici andati in quiescenza nel corso degli ultimi anni così come altresì non sono state sostituite le due unità infermieristiche”.

Le richieste dei consiglieri di opposizione Aruffo, Bendotti, Caporale, Cotellessa, Furia, Galati, Marongiu, Miscia, Verna, è di sollecitare la Asl a “rafforzare l’organico medico e infermieristico dell’hospice di Lanciano” e “chiedere formalmente la rendicontazione dell’utilizzo e della destinazione dei fondi vincolati per la rete delle cure palliative e per l’hospice di Lanciano negli anni 2021, 2022 e 2023”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Subito personale e fondi": il coordinamento Uniti per la salute si mobilita per l'hospice di Lanciano

ChietiToday è in caricamento