Attualità Lanciano

Anche Lanciano vieta i fuochi d'artificio, ma è salva la tradizione delle Feste di settembre

Il provvedimento è valido fino al 28 agosto, oltre la data indicata ai sindaci dal prefetto

Il sindaco di Lanciano Mario Pupillo ha firmato un'ordinanza per il divieto di accensione dei fuochi in vigore dalla data di pubblicazione (venerdì 13 agosto) fino al 28 agosto. 

Per ora, dunque, sono salvi i fuochi pirotecnici delle tradizionali Feste di settembre: l'apertura è prevista ogni anno, nella notte fra il 13 e il 14 settembre, alle 4 in punto. 

In particolare è fatto divieto a chiunque, dalla data di pubblicazione del presente provvedimento e fino a tutto il 28 agosto 2021 di accendere fuochi di ogni genere, usare apparecchiature a fiamma libera e/o elettrica, esercitare attività pirotecnica e l’accensione di fuochi d’artificio, gettare fiammiferi, cicche di sigarette e comprese ogni altra attività dalla quale 
possano scaturire scintille o avere origine fiamme, sostare e/o parcheggiare veicoli con motore a caldo su aree in presenza di erbe secche, mantenere la vegetazione infestante ed i rifiuti secchi e/o facilmente infiammabili 
nelle aree limitrofe di terreni e fabbricati.

Finora, lo stesso provvedimento è stato adottato dai sindaci di Vasto, Casalbordino, Ortona, San Salvo, Atessa. Il sindaco di Francavilla al Mare Antonio Luciani, invece, ha confermato i fuochi del 18 agosto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Lanciano vieta i fuochi d'artificio, ma è salva la tradizione delle Feste di settembre

ChietiToday è in caricamento