rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità Lanciano

“Più ricicli e meno paghi”: a Lanciano arriva la tariffa puntuale dei rifiuti

Da giugno parte la sperimentazione per 215 utenze del quartiere Santa Rita, dal prossimo anno sarà estesa a tutto il territorio comunale. L'assessore Paolucci: "Cambiamento epocale, garantirà maggiore equità"

Lanciano si prepara alla rivoluzione della tariffa rifiuti. A partire dal primo giugno, infatti, sarà sperimentata la tariffa puntuale per 215 utenze del complesso edilizio Santa Venere in via Spataro, nel quartiere Santa Rita.

Domenica l'amministrazione comunale ha incontrato al Palamasciangelo i residenti dei condomini dove a giorni partirà la sperimentazione. All'incontro hanno partecipato l'assessore alla transizione ecologica Tonia Paolucci, il sindaco Filippo Paolini, il presidente di Ecolan Massimo Ranieri e il direttore tecnico Gabriele Di Pietro.

Ai residenti è stato illustrato cos’è la tariffa puntuale, come funziona, come si deve conferire, quali rifiuti si conteggiano, cosa si misura. La tariffa puntuale è un metodo di calcolo della tariffa dei rifiuti (Tari) legata alla produzione reale dei rifiuti.

Questo metodo ha tre principali obiettivi: ridurre la produzione di rifiuto indifferenziato, aumentare la quantità di raccolta differenziata, contenere i costi del servizio. Ad ogni utenza viene associato in modo univoco un contenitore dotato di microchip e, ogni volta che il contenitore viene esposto durante la raccolta, viene fatta la lettura del chip e viene registrato lo svuotamento.

Nel caso dei condomini viene utilizzato un contenitore dotato di calotta la cui apertura avviene tramite eco-card associata univocamente all'utenza. Ogni qual volta il cittadino accede al contenitore, il conferimento viene registrato e misurato.

Con questo metodo la tariffa sarà calcolata in modo più equo in base al numero degli svuotamenti dei bidoncini (o dei conferimenti nei contenitori condominiali), considerando l'effettiva produzione di rifiuti, in particolare del rifiuto indifferenziato.

“La scelta di investire sul sistema della tariffazione puntuale è una strategia virtuosa che implica un radicale cambiamento di prospettiva – sottolinea l'assessore Paolucci - il passaggio da un sistema economico 'lineare' ad uno 'circolare'. Il modello di tariffa puntuale dei rifiuti si basa sul principio 'chi inquina paga', un modello pensato per garantire una maggiore equità e rendere i cittadini più consapevoli del proprio ruolo e delle ricadute dei propri comportamenti. Si partirà in via sperimentale con questo progetto, per poi estenderlo su tutto il territorio comunale dal prossimo anno. Sarà un cambiamento epocale e comporterà massimo impegno da parte di tutti, noi ci crediamo ed insieme raggiungeremo questo importante obiettivo”.

Il contenitore per i conferimenti nei condomini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Più ricicli e meno paghi”: a Lanciano arriva la tariffa puntuale dei rifiuti

ChietiToday è in caricamento