menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zone rosse e weekend blindati in Italia, Marsilio: "In Abruzzo restrizioni da un mese, valga ancora il criterio delle fasce"

Lo ha detto il governatore nel corso del suo intervento in Senato, parlando delle possibili nuove chiusure decise dal Governo per tutto il territorio nazionale

Mentre il Governo Draghi ragiona sull’ipotesi di maggiori restrizioni in tutta Italia da sabato 13 marzo, in Abruzzo, dove Chieti e diversi altri comuni sono in zona rossa da circa un mese, l’indice Rt è in discesa. Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, commentando all’agenzia Dire la possibilità di nuove restrizioni decise dal Governo per tutto il territorio nazionale ha ricordato che l’Abruzzo è da oltre un mese in sofferenza. “Ora i nostri dati sono in controtendenza rispetto al resto d'Italia. Aspettiamo domani o dopodomani, ma ormai da tre settimane l'Rt scende. Se ci si chiude di nuovo non sarei molto d'accordo con questo tipo di politica” ha detto al termine del suo intervento oggi in Senato, occasione della presentazione del libro "Ci abbiamo messo la faccia" di Giovanni Lamberti.

Per il governatore “ora che si è imboccata la strada della divisione in fasce ognuno stia nella fascia di merito del proprio territorio". 

Le modifiche al Dpcm 2 marzo su cui sta ragionando il governo Draghi dopo la riunione del Comitato Tecnico Scientifico di ieri e in attesa della Cabina di Regia dell'esecutivo sull'emergenza coronavirus, saranno definite entro venerdì 12 marzo e saranno valide fino a dopo Pasqua e Pasquetta.

Tra le altre misure, il Comitato ha chiesto di introdurre il criterio dell'incidenza settimanale mandando le regioni in zona rossa con 250 casi ogni 100mila abitanti e introdurre i week end in super zona rossa o rafforzata in tutta Italia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento